Vanno all’asta i cimeli sopravvissuti nella Jackling House di Steve Jobs

cucina

In una vecchia foto si vede Steve Jobs seduto sul pavimento di casa sua, con pochissimi mobili, una lampada e una flebile luce. Si dice che Jobs avesse pochissima mobilia perchè impiegava tempo a trovare quella che per lui era considerata una mobilia fatta bene.

Quella casa era la Jackling House che Jobs comprò nel 1984. Grande abbastanza per contenere 30 stanze, fu rasa al suolo dallo stesso Jobs bel 2011. Al suo posto doveva essere costruita una nuova villa da 1.450 metri quadrati. Cosa che non fu più fatta.

Ora alcuni manufatti sopravvissuti alla demolizione sono andati all’asta. Marmi, ornamenti, candelabri, tavoli e così via. Ma anche un accappatoio appartenuto a Steve Jobs, una maglia con il logo NeXT, un orologio Seiko da polso, un lettore di CD Sony, una giacca di pelle, un portafogli di Steve Jobs con il bigliettino da visita NeXT e altre piccole cose.

Tutti gli oggetti sono andati all’asta su Juliens’ Live. Il tutto ha superato circa 50.000 $. L’oggetto più ambito è stata la giacca di pelle di Steve Jobs venduta per 22.400 $.

Cosa ne pensi?