Apple bacchettata per la sua emoji della seppia nasuta

emoji seppia
emoji seppia

Quante volte vi siete soffermato sulle emoji presenti in iOS? Periodicamente la società ne integra di nuove con il beneplacito del consorzio Unicode, che estende la compatibilità per tutti i sistemi operativi. Qualche tempo fa vi parlai anche di Angela Guzman, la designer che si occupò di disegnare le prime emoji.

Probabilmente alcune non le utilizzerete mai. Per esempio personalmente non ho mai usato l’emoji della seppia. Forse la si può usare per spiegare una ricetta o qualcosa del genere.

I responsabili del Monterey Bay Aquarium, un acquario in California, si sono accorti di una cosa: l’emoji della seppia ha qualcosa che in natura non esiste: il naso. Osservando meglio una vera seppia, infatti, si nota che non c’è naso. Al massimo c’è un sifone, per espellere acqua.

Gli esperti, quindi, hanno invitato Apple a correggere l’errore, perchè di fatto quella seppia non esiste in natura. Non è la prima volta che la società cade in un errore di anatomia animale. Qualche mese fa Popular Science si accorse che l’emoji dell’aragosta aveva qualcosa di strano.

All’emoji in questione mancavano due zampette. L’aragosta di Apple ne aveva 8, quando in realtà ne ha 10 (chele comprese). La società corresse successivamente con una nuova emoji dell’aragosta.

Cosa ne pensi?