Apple brevetta un sistema AR a favore dei servizi come Uber

brevetto AR UBER

In futuro il car sharing passerà per la guida autonoma? Considerando i grandi investimenti delle aziende parrebbe proprio di sì. Non auto da affittare per delle tratte, ma taxi che continuano a muoversi per le città. Veicoli senza conducente in grado di evitare anche i problemi di parcheggio.

A tal proposito Apple ha attivato degli investimenti. La società ha versato 1 miliardo di dollari nel capitale della cinese Didi Chuxing, una sorta di UBER asiatica. Inoltre la società sta lavorando attivamente al software per la guida autonoma. A tal proposito arriva un nuovo brevetto.

Questa volta si fa riferimento ad un sistema simile a quello di UBER. Nel senso che la società immagina un’app in grado di consentire all’utente di chiamare un’auto, salirvi e arrivare a destinazione pagando la tratta di riferimento.

Il brevetto mostra un sistema che usa la realtà aumentata per riconoscere l’utente in attesa. Visto che le auto teoricamente dovranno essere in grado di arrivare dall’utente e non ci sarà il conducente, bisognerà fare in modo che facciano salire esattamente la persona indicata dall’app.

A sua volta l’utente potrà usare lo stesso sistema per riconoscere l’auto che ha chiamato.

One Comment

  1. La tecnologia fa passi da gigante! Io investendoci sono riuscito a guadagnarci anche qualcosa! Ora metto tutto nel mio conto Intus così magari riesco a fare quel gudagno in più 🙂

Cosa ne pensi?