Petacube Bites, la videocamera nata per gli animali domestici

Petacube Bites

Buona parte delle videocamere di sorveglianza studiate per l’uso domestico hanno il riconoscimento facciale. In questo modo possiamo sapere chi passa di fronte l’obiettivo. Ma se abbiamo un animale domestico a casa? Teoricamente lo si può riconoscere. Come la Petacube Bites che ha qualcosa in più.

Quest’azienda si è ritagliata la sua nicchia realizzando delle videocamere dedicate a chi ha degli animali domestici a casa. Il Petacube Bites, presentato durante il CES di Las Vegas, rappresenta la seconda generazione del precedente modello.

Ora abbiamo un obiettivo con una visuale di 180 gradi, il supporto delle reti WiFi a 5 GHz, 4 microfoni e il supporto per Alexa. La videocamera consente di monitorare cosa accade nella stanza come farebbe una comune videocamera. Se il nostro cane o gatto staziona di fronte ad essa per un tot di secondi, però, parte automaticamente una videochiamata sull’app per lo smartphone.

La videochiamata ci consente di interagire con l’animale domestico parlandogli. L’interazione migliore si ha con il dispenser di croccantini. Possiamo rilasciare dei croccantini per far avvicinare l’animale domestico, per premiarlo o semplicemente per dargli da mangiare.

Il dispositivo può essere corredato di un abbonamento mensile che serve a salvare i video nel cloud e allenare il machine learning. Il dispenser può essere caricato fino a 1 KG di croccantini. La videocamera costa 179 dollari.

Cosa ne pensi?