Apple vince una prima battaglia contro Qualcomm, ma le vendite in Germania restano bloccate

Apple Store Thailandia

C’è abbastanza materiale da costruite una sorta di telefilm nerd su queste vicissitudini informatiche. In questa telenovela dal gusto geek, troviamo i due ex partner Apple e Qualcomm che si combattono a suon di carte legali.

Dopo le rivelazioni di Jeff Williams, COO di Apple, che ha dichiarato di aver ordinato dei chip a prezzi congrui, ma Qualcomm decise di non venderli, arrivano degli aggiornamenti sul fronte germanico.

Qui Qualcomm ha ottenuto il blocco delle vendite per gli iPhone in catalogo di Apple fino al modello 8 Plus. Questo sulla base di una presunta violazione di brevetti, dando in garanzia titoli per 1,34 miliardi di euro.

La corte regionale di Mannheim, riporta Reuters, ha però stabilito che Apple non ha violato dei brevetti di Qualcomm.

Siamo felici della decisione e ringraziamo la corte per il loro tempo e la loro diligenza. Ci rammarichiamo dell’uso da parte di Qualcomm del tribunale per distogliere l’attenzione dal loro comportamento illegale che è oggetto di molteplici azioni legali e procedimenti in tutto il mondo.

Ha dichiarato Apple in una nota. Ovviamente di risposta Don Rosenberg, vice presidente di Qualcomm, ha dichiarato che Apple ha una lunga carriera di usi impropri di brevetti.

Nonostante la sentenza le vendite dei “vecchi” iPhone resta bloccata in Germania. La società può vederli solo attraverso i rivenditori ufficiali e gli operatori. Qualcomm ha fatto ricorso, quindi bisognerà attendere altri gradi di giudizio.

Cosa ne pensi?