Yondr, la bustina per censurare gli smartphone a scuola

Yondr

Sapevate che c’è una proposta di legge che vuole vietare gli smartphone a scuola? È ovviamente un divieto stupido. Avrebbe più senso realizzare delle ore di lezione dove si spiega agli adolescenti come usare correttamente il dispositivo, come evitare abusi, cosa fare per evitare dipendenze e così via.

In California, però, pensano che sia meglio vietarli del tutto. Per esempio il liceo di San Lorenzo ha deciso di bannare completamente i dispositivi. Per farlo ha deciso di chiedere aiuto alla startup Yondr.

Come riporta la CNBC, gli studenti sono obbligati ad usare questo sistema dalle 8:00 di mattina fino alle 15:10 del pomeriggio. Ma in cosa consiste?

In pratica lo Yondr è un sacchetto anti utilizzo, che sigilla lo smartphone con un attacco magnetico. Ricorda il sistema usato per chiudere i prodotti con l’anti taccheggio nei negozi. Solo la scuola potrà sbloccare il dispositivo quando gli studenti escono dalla struttura.

In questo modo i telefoni restano a disposizione degli studenti anche se, di fatto, non utilizzabili. L’azienda ha dichiarato che ha anche altri contratti con moltissime scuole negli Stati Uniti ed Europa. Il sacchetto costa tra i 15 e i 30 dollari per ogni studente.

Cosa ne pensi?