Apple indica quali dati colleziona per le sue mappe

collezione dati mappe

Arrivano buone notizie per l’ambito della trasparenza. Apple ha deciso di rendere più chiara la raccolta dei dati riguardanti le sue mappe. La società di Cupertino, infatti, ha pubblicato una nuova sezione nel suo sito dove spiega, mese per mese, quali dati vengono raccolti e dove.

Al momento questa documentazione è disponibile solo per Andorra, Spagna e Stati Uniti. Navigando un po’ in queste sezioni possiamo sapere, per esempio, che tra gennaio e febbraio sono stati raccolti dati con dei veicoli e da uomini a piedi armati di attrezzatura di registrazione.

Questo è avvenuto in alcune città in California come Santa Cruz e San Mateo. La società indica anche un form dei contatti per chiedere maggiori informazioni, magari se la raccolta è avvenuta nella propria città.

La società sta lavorando attivamente per il miglioramento delle mappe attuali, ma si dice stia lavorando anche ad una funzionalità simile a Street View di Google. Speriamo di saperne qualcosa in più durante la WWDC 2019.

Cosa ne pensi?