batteria iPhone 5S

Avete mai provato a portare ad Apple un prodotto riparato con hardware di terzi? A me è successo ed è capitato che il personale scappasse quasi via. I tecnici degli Apple Store, se sanno che un prodotto contiene dell’hardware non di Apple, possono anche rifiutarsi di aprire il dispositivo per controllare il possibile problema, figuriamoci effettuare una riparazione a pagamento.

Qualcosa però sta cambiando. MacRumors, per esempio, dichiara di aver ottenuto un documento interno inviato ad un centro di riparazione ufficiale. Questi autorizza a riparare gli iPhone anche se questi sono stati riparati precedentemente con una batteria non ufficiale.

Si tratta di un importante passo avanti perchè se si avranno problemi ad altre componenti, come schermo, microfono, scheda logica, tasti e così via, Apple non si rifiuterà di riparare l’elemento, che se si tratta di una riparazione a pagamento. Ovviamente si potrà anche sostituire la batteria di terzi con una originale.

Prima di effettuare l’operazione, dichiara il documento, i tecnici sono obbligati a far calare il contenuto della batteria sotto il 60%. Se la batteria fosse impossibile da estrarre, i tecnici possono sostituire l’intero telefono.

Al momento non vale lo stesso meccanismo se è stato sostituito un altro componente, come la scheda logica o il microfono. Dallo scorso febbraio è lo stesso meccanismo vale se si fa installare uno schermo di terzi.

Leave a comment

Cosa ne pensi?