Come saprete tra Apple e Qualcomm non scorre buon sangue. Le due aziende sono il lotta per una questione di brevetti e di licenze gonfiate. Nonostante questo Qualcomm vorrebbe continuare a fare affari con Apple.

Qualche giorno fa l’azienda ha sentito dei ritardi di Intel sui modem 5G. Questo farà slittare l’adozione di questa tecnologia negli iPhone e iPad probabilmente di un anno, spostando la data di integrazione dal 2019 al 2020. Vista che l’occasione si fa ghiotta, Qualcomm ha proposto di venderli lei.

Abbiamo ancora una sede a San Diego. Conoscono il nostro numero di telefono. Se ci chiamano forniremo loro ciò di cui hanno bisogno.

Ha dichiarato Cristiano Amon, presidente di Qualcomm al sito Axios. Come direbbe un vecchio sfottò “Cristiano magna tranquillo”, nel senso che difficilmente Apple lo chiamerà per guadagnare un anno di tempo sull’integrazione della tecnologia 5G.

Jeff Williams, COO di Apple, dichiarò che Apple provò ad acquistare dei chip da Qualcomm tempo fa (credo a prezzi più bassi di quelli chiesti), ma la società si rifiutò di venderli. Quindi probabilmente quella di Amon è semplicemente una provocazione.

Leave a comment

Cosa ne pensi?