Intel è in ritardo con i modem 5G, quindi anche Apple

I prossimi iPhone supporteranno le reti 5G? Al momento ci sono già i primi smartphone in grado di gestire queste reti, come il Mate X di Huawei, il Galaxy S10 e lo Xiaomi Mi Mix 3. Si tratta di una tecnologia che consentirà di navigare a 1 Gbps sia in download che in upload, raggiungendo performance pari a quella della banda ultra larga.

Per accedervi, però, c’è bisogno che lo smartphone abbia un modem 5G integrato. Una delle aziende pronte a questo passaggio è Qualcomm, ma come saprete è in corso una guerra legale tra Apple e questa azienda per una questione di brevetti e licenze.

Per questo motivo Apple si sta rifornendo presso Intel. Se i piani originari dichiaravano che il chip sarebbe stato pronto per la seconda metà del 2019, quindi in tempo per i prossimi iPhone, ora si prospetta uno slittamento al 2020.

Se i ritardi non saranno colmati, dichiara FastCompany, si potrebbe assistere all’arrivo del supporto del 5G con gli iPhone del prossimo anno. Un’altra indiscrezione indica dei piani di Apple di creare un chip modem disegnato esclusivamente per l’iPhone, ma difficilmente la società riuscirà ad integrarlo già quest’anno.

L’Europa sta investendo sulle reti 5G per avere una copertura in tutte le nazioni dell’Unione entro il 2020.

Cosa ne pensi?