Arriva il report 2019 sull’ecologia di Apple

Il 22 aprile si festeggerà la Giornata per la Terra. Il giorno in cui ci si ricorda che se continueremo di questo passo esauriremo le risorse, aumentando il riscaldamento globale, inquinando sempre di più i mari. Questo poterà alla morte di molte persone.

Per evitare di arrivare in quel nefasto punto di non ritorno, si sensibilizza il prossimo a fare attenzione a non inquinare. Apple si sforza molto di non farlo e questi progressi sono raccolti ogni anno in un report annuale.

Quello di quest’anno, che di fatto racconta tutto il 2018, è scaricabile dal sito della società. La società ha annunciato di aver quadruplicato i robot in grado di smontare gli iPhone per recuperare i componenti riciclabili. Ora il robot Daisy è presente anche presso alcuni centri Best Buy negli Stati Uniti e presso i centri KPN in Olanda.

Daisy si alimenta di iPhone dismessi e non più funzionanti. Ogni anno la società riceve 1,2 milioni di dispositivi da smontare, evitando che 48.000 tonnellate di rifiuti finiscano nelle discariche. Ogni ora il robot riesce a smontare ben 200 iPhone di generazioni diverse, recuperando molti materiali.

La società condivide anche altri dati:

  • Tutti gli impianti di Apple sono alimentati con energia pulita a rinnovabile.
  • Il 10 anni i dispositivi di Apple consumano il 70% di energia in meno.
  • I MacBook Air e Mac mini sono costruiti con alluminio riciclato al 100%.
  • Tutte le aziende partner usano detersivi non inquinanti.
  • 14 materiali diversi sono riciclati al 100%.

L’efficienza degli edifici ha consentito di risparmiare 41,5 chilowatt di energia. Nel 2018 la società ha prodotto 25,2 milioni di tonnellate di CO2. Il 74% è servito per assemblare e produrre i prodotti. Buona parte serve per i circuiti, per i cavi e per plasmare l’alluminio. Dal 2011 ad oggi sono state evitate 2,8 milioni di tonnellate di CO2 nell’aria.

La società usa 600 megawatt di energia pulita, ma sta investendo per coprire con energia pulita tutte le aziende partner.

Tra i materiali usati da Apple c’è:

  • Alluminio: la società ha evitato di far minare 900.000 tonnellate di alluminio usando quello riciclato.
  • Cobalto: la società ne recupera dalle batterie.
  • Rame: sono state usate 60.000 tonnellate di rame riciclato.
  • Vetro: la società ne recupera dagli scarti di lavorazione.
  • Oro: l’azienda mira ad usarne sempre meno. Per esempio l’iPhone Xs ne usa solo lo 0,1% della sua massa.
  • Carta: completamente riciclata o provenienti da boschi rinnovabili, anche per le confezioni.
  • Plastica: la società usa il 38% di plastica riciclata in 82 componenti diversi.

Su 100.000 iPhone riciclati la società recupera 1,5 tonnellate di alluminio, 1,1 KG di oro, 6,3 KG di argento, 32 KG di materiali rari, 83 KG di tungsteno, 1 tonnellata di rame, 29 KG di stagno, 790 KG di cobalto e 1,4 tonnellate di acciaio.

Cosa ne pensi?