BlackBerry Messenger chiude, finisce un’era che ha fatto nascere WhatsApp e Telegram

Non so se voi siete troppo giovani per ricordarlo, ma prima dell’esplosione di WhatsApp e Telegram c’era un solo servizio che consentiva di scambiare messaggi senza svenarsi con gli SMS a 0,15 € ciascuno. Quel servizio era BlackBerry Messenger.

Chi acquistava un BlackBarry e pagava una quota mensile, poteva inviare infiniti messaggi a chi possedeva lo stesso sistema. Il che decretò il boom di BlackBarry negli Stati Uniti. Al debutto in Italia ormai era troppo tardi. Whatsapp e servizi simili avevano iniziato la loro ascesa.

Lanciato nel 2005, BlackBerry Messenger ormai è diventato superato. Gli smartphone hanno decretato la fine del famoso telefono aziendale e il servizio di messaggistica è stato schiacciato dagli altri concorrenti.

Dal prossimo 31 maggio, nonostante il tentativo di espandersi con una versione per iOS e Android, il servizio chiuderà ufficialmente i battenti dopo 14 anni di operatività. Rimarrà solo una versione utilizzabile esclusivamente per le aziende, che offre un alto grado di sicurezza, pagando 2,5 $ al semestre per ogni dipendente.

Diventerà un ricordo nel vasto cimitero dei servizi informatici.

Cosa ne pensi?