Uno smartwatch su tre è un Apple Watch

Molti guardano l’Apple Watch con sufficienza. Lo fanno essenzialmente per un motivo: per usarne uno bisogna avere un iPhone. Niente Apple Watch per chi usa Android. Quindi semplicemente per la maggior parte delle persone, visto che ormai Android ha il monopolio, è uno smartwatch non accessibile.

I dati di diffusione dell’orologio di Apple, quindi, sono ancora di più sorprendenti. Come evidenzia un’analisi di Counterpoint, infatti, l’Apple Watch governa un terzo del mercato mondiale degli smartwatch.

Nei dati rilevati sul primo trimestre fiscale, che voglio sottolineare sono stimati, si evince che l’Apple Watch è passato dal 35,5% del mercato dello stesso periodo del 2018 al 35,8% attuale. Una leggera crescita, quindi, che lascia Apple alla leadership del mercato.

Al secondo posto c’è Samsung che cresce ma non abbastanza, passando dal 7,2% all’11,1%, seguita dalla cinese Imoo che cala dal 12,8% al 9,2%. Fitbit che era tra le favorite, in realtà non cresce molto. Passa dal 3,7% al 5,5%. Poi c’è una nuvola di produttori minori che detengono tutti insieme il 27,9% del mercato.

Secondo l’analisi la funzione ECG per monitorare la salute del cuore è uno dei traini delle vendite del nuovo Apple Watch serie 4 che, a differenza della serie 3, presenta uno schermo più ampio con gli angoli arrotondati.

Cosa ne pensi?