I prossimi iPhone potrebbero avere un’antenna migliore per una migliore ricezione

L’alluminio non è un grande conduttore. Se ricordate, infatti, quando Apple ha iniziato ad utilizzare questo materiale nei suoi dispositivi, come gli iPad o gli iPod touch, ha dovuto integrare un rettangolo nero dove nascondere le antenne e consentire il passaggio delle onde radio.

Con i recenti iPhone questo non è più necessario. Dopo aver provato a spostare le antenne sul profilo dei dispositivi, la società ha trovato un metodo per integrarlo nelle scocche in alluminio. Si tratta dell’uso di alcuni inserti fatti da un polimero di cristalli liquidi (LCP).

In pratica la società integra queste strisce di plastica speciale dove passano le antenne, mandando il segnale radio all’esterno. Cosa che sarebbe impossibile se le antenne fossero sotto la scocca in alluminio.

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, però, la società abbandonerà il materiale LCP per le antenne a favore del MPI (dei materiali compositi). La soluzione è più costosa, ma il segnale telefonico è più potente.

La società avrebbe deciso di passare agli inserti in MPI anche per l’arrivo imminente (2020) delle antenne 5G, in questo modo il segnale sarà più pulito. I prossimi iPhone, quindi, potrebbero avere una ricezione migliore.

Cosa ne pensi?