Il Solitario di Microsoft compie 30 anni

Nelle classiche scene degli uffici noiosi e polverosi appare sempre un dipendente annoiato nell’atto di giocare al solitario. Devo ammettere, tra l’altro, di aver visto una partita in corso qualche giorno fa nella sagrestia di una chiesta.

Sta di fatto che il famoso gioco di Microsoft ha compiuto 30 anni. Era il 1989 quando Wes Cherry, uno stagista dell’azienda, decise si creare un giochino da integrare in Windows 3.0. L’obiettivo era aiutare le persone a familiarizzare con il puntatore del mouse e addestrarli ad avere confidenza con questa periferica.

Nella realtà dei fatti il solitario è diventato il passatempo degli uffici, almeno prima dell’arrivo delle app. Le carte, tra l’altro, furono disegnate da Susan Kare. La stessa persona che si occupò di disegnare le icone di macOS Classic.

Oggi il solitario si può scaricare opzionalmente in Windows. Volendo, però, esiste una versione online del gioco nel sito di Microsoft, ma anche una versione per iOS da scaricare. Al termine di ogni partita c’è la classica cascata di carte che segna la vittoria del gioco.

Cosa ne pensi?