I dazi in Cina rincarano i prodotti del 25%, ma al momento se ne fa carico Apple

Apple Watch cinturini

Tim Cook è il fautore della produzione dei prodotti in Cina. Sin dalla sua uscita da Compaq, dove si occupava di materiali, si è occupato di demandare in Cina tutta la linea di produzione, abbattendo i costi per la società. Questo lo hanno portato alla poltrona più potente: quella di CEO.

Visto che tra USA e Cina si combatte una guerra di dazi, i prodotti di Apple potrebbero diventare più ancora più costosi. Fino a qualche tempo fa Apple sembrava essere riuscita a farla franca, ma adesso sembrerebbe proprio che la nuova ondata di dazi colpisca anche loro.

Come riporta TheVerge ora per importare alcuni prodotti negli Stati Uniti, come cavi e caricabatterie, bisogna pagare una sovrattassa del 25%. Pare siano stati colpiti anche alcuni accessori, come custodie e cinturini.

Al momento i prezzi di Apple restano invariati. La società sta assorbendo i dazi su se stessa, in quanto per questi prodotti c’è un margine abbastanza alto. Ma cosa accadrebbe se fossero colpiti anche MacBook e iPhone?

La cosa positiva è che la questione dei dazi è tra USA e Cina, quindi almeno al momento nei Europei non dovremo essere colpiti dai rincari.

Cosa ne pensi?