Le novità minori di iOS 13

L’altro ieri abbiamo visto le novità principali di iOS 13. Si tratta di funzioni come la modalità dark, le nuove mappe, il machine learning nelle foto, le nuove Memoji e molto altro. Insieme a quelle novità, a cui Apple ha dato molta visibilità, ce ne sono altre ritenute minori che la società ha preferito non elencare nel corso del Keynote.

Ecco l’elenco delle novità minori di iOS 13:

  • La Dark mode si può attivare in alcune ore del giorno, per esempio la sera. Una scorciatoia nel Centro di Controllo può attivarla e disattivarla velocemente. Utile, per esempio, quando siano al cinema.
  • Uno strumento di intelligenza artificiale consente di scovare ed eliminare velocemente le foto doppie, gli screenshot, le ricevute e così via.
  • Le Foto mostreranno cosa è accaduto nello stesso giorno negli anni precedenti.
  • Nel giorno del compleanno dei contatti, l’intelligenza artificiale unirà le foto che abbiamo fatto con quel contatto.
  • Si può cercare una Foto con più termini insieme, per esempio “selfie al mare”.
  • Se si scattano delle Live Photo a distanza di 1,5 secondi l’una dall’altra, attivando la riproduzione video su una di queste si uniranno tutte le Live Photo vicine. Questo genererà un video unico.
  • I sottofondi di Memorie in Foto saranno influenzati dalle nostre preferenze di Apple Music.
  • Con i nuovi controlli sulla privacy non è possibile localizzare l’utente usando il bluetooth o il WiFi.
  • Con Sign In with Apple possiamo far generare una finta email da usare solo per quel servizio che ci chiede il login. Così non riveliamo la nostra vera email.
  • Sign In with Apple funziona anche se integrata nelle app per Android e Windows.
  • Sarà possibile correggere le indicazioni stradali errate nelle Mappe. Un sistema di feedback permette di inviare segnalazioni di errori.
  • Nelle mappe si può condividere il tempo di arrivo a destinazione con parenti e amici.
  • Siri dà indicazioni più naturali. Per esempio può dire “Gira a destra dopo il semaforo”.
  • Durante la guida si riceveranno informazioni aggiornate sui voli che dobbiamo prendere.
  • SiriKit supporta anche le riproduzioni musicali di app di terzi. Per esempio si potrà integrare in Spotify o Amazon Music.
  • Si può chiedere a Siri di riprodurre un’apposita radio.
  • Ci sono tre nuove Animoji: topo, polipo e mucca.
  • In Contatti si potrà creare una Memoji per ogni contatto.
  • Ai Promemoria si potranno allegare foto, documenti, scansioni e link.
  • Siri suggerisce Promemoria per ricordarsi le cose.
  • CarPlay supporta Hey Siri e le mappe non saranno nascoste dall’uso di altre app mentre si guida.
  • Nell’App Store si potrà scegliere di scaricare app pesanti di qualsiasi grandezza usando la linea cellulare.
  • Nell’app Note si può condividere una nota in sola lettura.
  • Nell’app Salute si potrà tracciare il tempo che impieghiamo per lavarci i denti.
  • Il livello dell’audio usato per ascoltare la musica ci rivelerà se lo teniamo troppo alto attraverso la generazione di un feedback: Ok o Rumoroso.
  • In Safari c’è una nuova homepage realizzata dai siti più recenti, più visitati, quelli aperti in messaggi e così via.
  • Si può condividere la pagina che stiamo visitando in formato PDF.
  • Possiamo personalizzare le impostazioni di ciascun sito, come la grandezza del font, l’uso di Reader View, la visualizzazione della versione mobile o desktop e altri.
  • Si può creare un segnalibro con tutti i siti aperti in quel momento.
  • In Files c’è la cartella download che si occupa di raccogliere i file scaricati in Safari o gli allegati ricevuti via Mail.
  • Si possono selezionare più file facendo doppio tap e trascinando il dito. Un po’ come si fa con il trackpad.
  • I font saranno scaricabili dall’App Store. Questi saranno raccolti nelle Impostazioni di iOS.
  • Il menu di condivisione sceglierà automaticamente l’app di destinazione in base al tipo di contenuto da condividere.
  • L’app Libri contiene il Daily Reading Goal: un obiettivo di lettura quotidiano. Questo raccoglierà dati per avere le proprie statistiche di lettura annuali.
  • Gli eventi in Calendario ora possono avere degli allegati come foto o documenti.
  • Find My iPhone sfrutterà, in modo anonimo, gli iPhone e iPad nelle vicinanze del dispositivo perso per rintracciarlo.
  • Si può attivare un’opzione per rendere mute le chiamate anonime o i cui numeri non sono presenti nei contatti, email o messaggi. Volendo si possono inviare queste chiamate automaticamente alla segreteria.
  • Le app useranno meno dati in background.
  • Una nuova opzione di carica della batteria aiuta ad aumentarne la longevità.
  • Non Disturbare mentre si guida ora non si attiva se usiamo mezzi pubblici.
  • Si può attivare un pulsante di selezione delle emoji.
  • Si possono selezionare delle app da usare in lingue differenti da quelle di sistema.
  • I Controlli Parentali permetteranno di vedere quali contatti usano i nostri figli.
  • Nei dispositivi dove non c’è il 3D Touch si può avere un’anteprima del link tenendo il polpastrello su di essi, come avviene con i dispositivi muniti di 3D Touch.
  • C’è una nuova grafica del volume dell’audio che sparisce di lato.
  • La funzione hotspot resta attiva anche se il dispositivo che stiamo usando va in sleep.
  • Se non c’è una connessione disponibile possiamo attivare la connessione al nostro hotspot automaticamente (immaginiamo un iPad nei pressi del nostro iPhone).
  • Le persone nel nostro nucleo familiare di iCloud possono collegarsi al nostro hotspot automaticamente.

Cosa ne pensi?