Firefox sta per arrivare in versione a pagamento con VPN e cloud

Siamo tutti abituati ad avere le cose gratis in internet. Ma in realtà ci sono delle cose che hanno valore. E in linea generale tutto ha un valore. Quando qualcosa è gratis significa che lo scopo è un altro, ma c’è pur sempre uno scopo.

Per esempio voi paghereste per usare Firefox? Il browser open source di Mozilla, che per primo piegò il predominio di Internet Explorer, non è neanche il più usato. Lo usano il 5,07% nel mondo, considerando che nel frattempo Safari, grazie alla diffusione dei dispositivi mobile, è arrivato al 15,89%.

Il primo browser più usato è Chrome di Google. Grazie alla diffusione di Android è salito al 62,7% del mercato mondiale (fonte Statcounter). Quindi pagare per Firefox potrebbe diventare un grande no.

In realtà il piano dell’azienda può avere una sua logica. Visto che durante la navigazione si utilizzano alcuni servizi a pagamento, come VPN e spazio cloud, l’idea di Mozilla è di integrarli nel browser e far pagare un abbonamento.

Per i filtri VPN pare che la società acquisterà il servizio di ProtonVPN. Non sappiamo chi fornirà il servizio cloud. Probabilmente sarà un servizio proprietario.

Non abbiamo i tempi e i prezzi della versione a pagamento di Firefox. Chi vorrà, però, potrà continuare ad usare la versione classica gratuitamente anche senza servizi aggiuntivi.

Cosa ne pensi?