WiFi 6 GHz

Nel 2009 il consorzio Wi-Fi Alliance certificò la banda da 5 GHz per i router WiFi. Questa decisione fu presa in vista dell’aumentare del numero di reti presenti in un’area. Con aree densamente popolate, come i grandi condomini, la presenza di molte reti a 2,4 GHz creava problemi di interferenze e quindi di navigazione.

Per questo motivo si decise di integrare la banda da 5 GHz e ad oggi tutti i router in commercio sono dual band. Ce n’è qualcuno anche tri band, con una doppia antenna da 5 GHz per migliorare ulteriormente la copertura e la velocità.

I giganti dell’elettronica, però, ora chiedono anche la banda da 6 GHz. Si tratta di una rete WiFi a basso consumo di elettricità in grado di far viaggiare 2 Gbps di dati in un’area di 3 metri.

Gli utilizzi sono ben specifici. Utile per esempio quando dobbiamo passare un file da un dispositivo all’altro sotto la stessa rete WiFi, oppure vogliamo collegare un casco VR alla console senza l’uso dei fili, oppure per la domotica per controllare gli oggetti collegati al router.

La rete da 6 GHz, in pratica, velocizza il passaggio dei dati rispetto ad una comune rete WiFi, arrivando alla metà del tempo e consumando molto meno. La banda da 2,4 GHz permette ai dati di viaggiare a 450 Mbps e quella da 5 GHz a 1.300 Mbps.

Tra i richiedenti della nuova banda c’è anche Apple, insieme ad altre aziende come Broadcom e Qualcomm.

Leave a comment

Cosa ne pensi?