Tutto quello che sappiamo su Disney+

Disney+
Disney+

Qualche giorno fa abbiamo visto l’importanza dello streaming video nel settore cinematografico. La tecnologia sta consentendo di aumentare i budget per i film, il numero di produzioni e la qualità dei contenuti. Tutto merito dei grossi colossi che si stanno sfidando per avere un catalogo proprietario, di qualità con un’offerta allettante.

Dopo Netflix, Hulu, AppleTV+, Amazon Prime, Infinity, NowTV e gli altri, si avvicina una grande armata nel settore: Disney. La società nata con dei fumetti su Topolino, ha messo in campo investimenti per 100 miliardi di dollari per creare un grande complesso di contenuti e offrire uno dei cataloghi più ricchi e interessante.

Il catalogo

All’interno del paniere ci sono i contenuti Disney classici, Pixar, Miramax, Touchstone, Hollywood, ABC, ESPN, Muppets, Jetix, Marvel, Lucas Film, National Geographic e la 21st Century Fox. Si tratta di centinaia di film, di cui 7.500 episodi di serie TV. Inoltre la società sta preparando dei contenuti esclusivi in aggiunta, come 25 serie TV e 10 film.

Tra le serie TV, per esempio, ce n’è una in tema Star Wars dedicata a Obi-Wan Kenobi, dove reciterà Ewan McGregor che ha coperto questo ruolo nella saga ufficiale nei cinema, come:

  • Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma.
  • Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni.
  • Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith.
Catalogo Disney
Catalogo Disney

Non dimentichiamo che Disney ha anche sottratto delle serie TV da altri servizi di streaming, come Netflix, che cadevano sotto il cappello di Marvel. Come Jessica Jones, Luke Cage, Green Arrow, Iron First e altri.

Per quest’anno è previsto un catalogo con 100 film recenti e 400 film generici, tutte le stagioni dei Simpson, 250 ore di contenuti di National Geographic, 5.000 episodi di Disney Channel. Entro i prossimi 5 anni, però, la tabella di marcia prevede una crescita molto sostanziosa.

Le serie TV originali dovrebbero raddoppiare da 25 a 50, si aggiungeranno anche almeno 10 film originali. Le serie TV generiche arriveranno a 10.000 episodi. Si aggiungeranno anche 20 film recenti della società e 100 film generici recenti.

Disney+ roadmap
Disney+ roadmap

Tra i primi titoli confermati figurano:

  • Book of Enchantment.
  • Cinema Relics: Iconic Art of the Movies.
  • Diary of a Female President.
  • Docuserie su Disney Imagineering.
  • High School Musical: The Musical – La serie.
  • Ink & Paint.
  • Mighty Ducks.
  • Muppets Live Another Day.
  • Secret Society of Second Born Royals.
  • The Sandlot.
  • Lamp Life – Un nuovo corto Toy Story su Bo Peep e quello che le è successo fra Toy Story 2 e 4.
  • Forky Asks a Question – Nuova serie di corti dedicati al personaggio visto in Toy Story 4.
  • Monsters at Work – Serie dedicata a Monsters & Co. con le voci di Billy Crystal e John Goodman.
  • Documentario sul “behind the scenes” di Frozen 2
  • Incredibili 2 e Coco arriveranno terminato il periodo di esclusiva Netflix.
  • The Magic of the Animal Kingdom Earthkeepers.
  • The World According to Jeff Godlblum.
  • (Re)Connect.
  • Rogue Trip.
  • WandaVision.
  • The Falcon and The Winter Soldier.
  • Loki.
  • Hawkeye.
  • What If?
  • Marvel 616.
  • Marvel’s Hero Project.
  • She Hulk.
  • Ms. Marvel.
  • Moon Knight.

Prezzi

Durante il D23 Expo, l’evento di Disney dedicato alle novità dell’azienda, sono stati anticipati alcuni elementi del servizio. Per esempio sappiamo che il canone base prevede l’accesso al catalogo per 6,99 $ al mese, che diventano 6,99 € in Europa (anche in Italia al momento). Si può decidere di sottoscrivere un abbonamento annuale per 69,99 $, 69,99 € in Europa, pagando di fatto 5,83 € al mese. Per gli Stati Uniti c’è anche un pacchetto speciale, che costa 12,99 $ al mese, che include l’accesso alle partite su ESPN Plus e il catalogo Hulu.

Questi permette di usare l’abbonamento su 4 schermi contemporaneamente, registrando nel proprio elenco fino a 10 dispositivi diversi. Ogni account può prevedere 7 profili diversi per coprire le esigenze della propria famiglia. Di base, senza costi aggiuntivi, si otterrà lo streaming in risoluzione 4K Ultra HD. C’è anche il supporto al sistema audio Dolby Vision e Dolby Atmos.

Si tratta di un prezzo molto competitivo considerando che Netflix ha un prezzo che parte da 7,99 € al mese che arriva a 15,99 € al mese per avere la risoluzione Ultra HD. HBO Now negli Stati Uniti costa 14,99 $ al mese.

La distribuzione

Molto ampia anche la distribuzione dei contenuti. Disney sta sviluppando una serie di app e di integrazione che consentiranno di usufruire dell’abbonamento a Disney+ anche sulle Smart TV, PS4, Xbox One, Nintendo Switch, Apple TV, Chromecast, iPhone, iPad, browser e altri.

Per i tester e i partecipanti all’evento D23 Expo, la società ha previsto anche un abbonamento speciale attivabile fino al 2 settembre. Prevede di pagare 47 $ all’anno per 3 anni anziché 69,99 $, risparmiando di fatto 68,97 $.

distribuzione Disney+
distribuzione Disney+

Tecnicamente il servizio sarà attivato per i primi paesi di rollout il 12 novembre. Questi saranno Stati Uniti, Canada e Olanda. La settimana dopo, il 19 novembre, sono previsti Australia e Nuova Zelanda. Per tutti gli altri dipende dai tempi di firma degli accordi. La scadenza della distribuzione nel mondo termina per il 2020, quindi l’Italia potrebbe arrivare per la fine del 2019 e gli inizi del 2020.

Se volete esiste già un sito ufficiale dove poter lasciare la propria email ed essere informati sui progressi. Su YouTube c’è invece il canale ufficiale dove saranno pubblicati i trailer di volta in volta.

Cosa ne pensi?