Apple Pay si allarga in Italia con BPER Gruppo e Curve

Era il 17 maggio 2017 quando Apple Pay arrivò ufficialmente in Italia. Il servizio di pagamento elettronico arrivò con un bouquet di banche ristretto. Molte erano scettiche sulla sua riuscita, altre provarono a creare il proprio sistema di pagamenti.

Ad oggi la situazione pare abbastanza chiara. Chi era incredulo e chi si rifiutò di aderire ha aderito. Sono 35 attualmente gli istituti finanziari italiani che hanno adottato Apple Pay e molti altri si uniranno in futuro, soprattutto grazie alle recenti politiche governative di favorire il denaro elettronico.

Le più recenti sono le banche del circuito BPER, tra cui figura la Cassa di Risparmio di Saluzzo, la Cassa di Risparmio di BRA, il Banco di Sardegna e la BPER Banca. Inoltre abbiamo l’ingresso di Curve.

Quest’ultimo è un servizio usufruibile via app ed è in grado di aggregare varie carte di credito e utilizzarle con una singola carta di credito che arriva a casa. In pratica usando Curve si può usare Apple Pay anche con carte che non supportano Apple Pay. Basta aggiungerle nel proprio account.

Curve offre anche dei meccanismi di payback e altri servizi aggiunti solo alla versione a pagamento. Quella gratuita ha dei limiti mensili di operatività. Se volete provarla con il codice N2MP8AVN avrete 5 sterline di bonus all’iscrizione.

Cosa ne pensi?