Un carretto per deviare il flusso di auto simulando il traffico

Vi siete mai chiesti come fa sapere Google, ma anche Apple, se in una determinata strada c’è traffico? Questa è una delle funzioni più usate nelle rispettive app per le mappe. Sono informazioni utili per conoscere i tempi di percorrenza di un viaggio, scegliere strade alternative, conoscere la congestione delle strade e quindi anche le aree di inquinamento.

Informazioni che Google aggiorna in tempo reale. Per sapere se in una strada c’è traffico e sapere fino a quale altezza questi è presente, si prendono in considerazione semplicemente il numero di smartphone presenti in un’area. Se su un rettilineo ci sono tanti smartphone significa che ci sono tante auto, quindi c’è traffico. Se invece i dispositivi sono pochi la strada è scorrevole.

Questo genere di dati sono raccolti dallo strumento Geo Tools di Google. Introdotto nel 2005, è uno strumento utilizzato da tantissime app di terzi come Uber, AirB&B, Nike, Deliveroo e altri.

Ma è possibile imbrogliare il sistema? A quanto pare sì. Simon Weckert, come racconta nel suo blog, si è munito di un carrettino per bambini e lo ha riempito di smartphone di seconda mano con Google Maps. Per l’esattezza i telefoni erano 99.

Spostandosi in varie zone di Berlino è riuscito a simulare la presenta di traffico su strade completamente vuote. Si può immaginare la potenza di tale interferenza. Si potrebbe spostare il flusso cittadino della città con un semplice carretto di telefoni.

Oppure far sì che un’area della città, in un’app per affitti brevi, risulti particolarmente trafficata, quindi poco appetibile. Si potrebbero rallentare anche le consegne dei servizi di consegna del cibo, allontanare le auto di car sharing, allungare i percorsi dei taxi e così via.

Al momento l’algoritmo di Google non riesce ad individuare una concentrazione di dispositivi su un’area così piccola, come un metro quadrato. Probabilmente la società di Mountain View ora dovrà lavorare per rendere il suo sistema più preciso, al fine di ignorare il carretto di Simon.

Cosa ne pensi?