Apple cancellerà la WWDC 2020 per il Coronavirus?

Tim Cook alla WWDC 2019

La WWDC è la conferenza annuale che Apple organizza per gli sviluppatori. È un momento topico per tutta la comunità di sviluppatori per iOS, iPadOS, macOS, tvOS e watchOS. Oltre a presentare le novità che caratterizzeranno i 12 mesi seguenti, c’è anche l’aspetto di networking. Sviluppatori di tutto il mondo si riuniscono e scambiano informazioni.

Sono circa 6.000 le persone che si ritrovano fisicamente a San Jose provenienti da tutto il mondo. Evento che influenza il lavoro dei 20 milioni di iscritti alla piattaforma della società. Inoltre non dimentichiamo le attività collaterali che le aziende partner (e a volta concorrenti) organizzano durante le giornate dell’evento.

Tutto questo ha un impatto enorme sia localmente che globalmente. Quindi immaginiamo cosa potrebbe accadere se fosse tutto cancellato o rimandato per via del Coronavirus.

Mentre l’Italia affronta il primo contagiato italiano, infatti, attualmente i contagiati nel mondo sono quasi 77.000 e i morti quasi 2.300. Si stima che il fermo delle fabbriche e la chiusura dei negozi nelle aree a rischio potrebbe tradursi con un calo del PIL mondiale dell’1,3%.

L’ipotesi di cancellazione della WWDC 2020 per colpa del Coronavirus non è remota. Un caso del genere si è già verificato con il Mobile World Congress di Barcellona, cancellato proprio questo mese. Una decisione che sarebbe costata 500 milioni di € tra costi diretti e mancati guadagni.

Il problema, in quel caso, è la difficoltà negli spostamenti per via dei blocchi dei viaggi aerei in Cina. Ostacolo che ha costretto decine di espositori a cancellare la loro presenza all’evento.

Apple non ha espositori alla WWDC, ma di sicuro la quantità di sviluppatori provenienti dalla Cina e dall’area asiatica è importante. Una delle soluzioni, quindi, potrebbe essere evitare di distribuire biglietti nei paesi a forte rischio come la Cina. Una discriminazione che potrebbe tamponare il rischio di contagio.

Oppure semplicemente la società potrebbe trovare più prudente rimandare l’evento al 2021, evitando ogni possibilità di contagio di massa. Una decisione che probabilmente Cupertino sta valutando in questi giorni, considerando che di solito la lotteria dei biglietti da acquistare è attivata nel mese di marzo.

Ci sarà la WWDC 2020?

Cosa ne pensi?