In questi giorni sto provando il sistema di WiFi mesh Eero. Si tratta di un’azienda che fu acquistata da Amazon e che permette di coprire un’ampia area con il segnale WiFi. Utilizzando uno o più dispositivi si può arrivare a coprire dai 140 ai 460 metri quadrati con un segnale stabile.

Eero non è solo questo. Questo router/extender protegge i dispositivi e la rete con un proprio firewall e un algoritmo di protezione delle connessioni. A tal proposito ieri è stata lanciata la versione 3.3.1 dell’app che introduce un’importante novità per gli utenti iOS e macOS.

Eero ha integrato una protezione speciale per l’ecosistema HomeKit. Il sistema prevede di isolare ciascun accessorio collegato ad HomeKit per evitare le intrusioni esterne.

Quando colleghiamo un dispositivo alla nostra rete WiFi, infatti, questi diventa raggiungibile da tutti gli altri elementi collegati alla stessa rete. Quindi se c’è un bug su uno di questi, come nel computer, un hacker potrebbe sfruttarlo per accedere agli altri accessori collegati alla rete, come una videocamera.

Non sono rari i casi in cui questo tipo di falle ha consentito ad estranei di accedere alla domotica di casa. Da qui la protezione su HomeKit. Eero cifra tutte le comunicazioni all’interno della stessa rete, rendendo impossibile i sabotaggi. Inoltre per HomeKit si possono attivare delle restrizioni specifiche:

  • Automatico: fa accedere gli accessori al sistema previsto dal produttore. Questo li isola da attacchi esterni.
  • Ristretto alla Casa: consente agli accessori che supportano HomeKit a comunicare solo tra di loro e con l’app Casa di iOS e macOS.
  • Nessuna restrizione: l’accessorio comunica con le stesse modalità quando Eero è assente sulla rete.

La funzione di protezione è disponibile da subito su tutti gli accessori Eero e l’ecosistema HomeKit.

Leave a comment

Cosa ne pensi?