Il Macintosh è e resterà per sempre un’icona nel settore informatico. Un elemento di design che molti tentano di avere solo per possedere un soprammobile vintage, ma dall’ampio fascino.

Travis De Rose ha voluto fare qualcosa in più. Cosciente di non poter usare il Macintosh come computer quotidiano, probabilmente anche perché l’unità che possedeva era rotta, ha deciso di convertirla in case per iPad.

Tutta l’operazione è raccolta in questo articolo e in un video realizzato da Travis, dove spiega i passaggi effettuati per dare una seconda vita al Macintosh Plus.

Tutta l’operazione è servita per fissare in modo sicuro un iPad mini nel case del Macintosh, per poi passare fili e pulsanti necessari a usare il tablet senza doverlo sfilare dal case. Il dispositivo, infatti, è fissato con delle viti quindi estrarlo ogni volta sarebbe impossibile.

Il risultato è un Macintosh con iPadOS. Si può collegare una tastiera bluetooth esterna e, con iPadOS 13.4, anche un mouse o trackpad, per usare il dispositivo come un vero computer. Di sicuro enormemente più potente del Macintosh originario.

Non è la prima volta che il design del Macintosh ispira l’uso di questo elemento come case per iPad. Nel 2013 vedemmo l’uso di un case fatto di costruzioni LEGO ma con la forma del Macintosh. Ancora prima, nel 2011, vedemmo un accessorio che era ispirato proprio al design del Macintosh per fungere da custodia per iPad.

Leave a comment

Cosa ne pensi?