Apple voleva comprare Plessey per i microLED

C’è una differenza sostanziale tra miniLED e microLED. I miniLED, di cui tanto si parla perché dovrebbe arrivare nei prodotti Apple del prossimo anno (ma forse anche quest’anno), sono dei LED molto piccoli posti dietro ai pixel che formano i display.

I microLED, invece, sono dei LED che già a loro interno contengono i tre colori primari. Quindi non c’è una retroilluminazione, perché ciascun pixel è sia LED che fonte di colore. Questo consente di ridurre uno strato di hardware, ridurre i consumi e avere schermi più definiti con colori più profondi. Il problema è che questa tecnologia attualmente è molto costosa.

Apple, a quanto pare, studia la sua integrazione. Lo fa, dice Information, provando ad acquistare Plessey Semiconductors. Purtroppo Facebook ha effettuato un’offerta più alta assicurandosi l’azienda inglese, da impegnare nel suo progetto Oculus per gli occhiali per la realtà virtuale.

La strategia di Apple nell’acquistare startup è sempre volta ad effettuare il tutto in massima segretezza, per tentare di pagare il meno possibile. A quanto pare qualcuno nell’azienda stessa è riuscita ad allertare i concorrenti, come per l’appunto Facebook, per portare a casa un’offerta più alta.

Ora la società di Cupertino dovrà puntare ad altre aziende o, la prossima volta, mettere sul piatto più denaro.

Cosa ne pensi?