Master Dynamic

Apple si professa sempre molto attenta all’ambiente, alla riduzione dell’inquinamento e all’uso di materiali non nocivi. Questo cozza, però, con il fatto che quasi la totalità dei suoi dispositivi non ha batterie estraibili dall’utente. Questo porta molti dispositivi a diventare rifiuti tecnologici quando l’autonomia diventa insufficiente.

Fenomeno che si registra soprattutto con dispositivi “economici”, dove non vale la pena chiedere un intervento della società. Per esempio le AirPods si possono comprare per 169 €. Chiedere ad Apple di sostituire la batteria costa 75 € ad auricolare (150 € in totale). Con questa somma vale la pena comprare un modello nuovo di zecca. I milioni di modelli venduti sono destinati a diventare rifiuti.

A tal proposito la società pare interessata ad un modello di cuffie modulare. Molto probabilmente non si tratterà delle AirPods, ma di un modello Beats. Al momento si conosce molto poco sulle caratteristiche del dispositivo, ma la fonte dichiara che potranno essere cambiati i padiglioni e l’archetto mediante degli agganci magnetici.

Non sappiamo se la batteria sarà sostituibile dall’utente. Gli attuali modelli Beats non permettono di farlo. Forse in caso di necessità si potrà cambiare il solo auricolare dove alloggia la batteria, evitando di cambiare tutta la cuffia.

La stessa fonte dichiara che la cinese Goertek è stata ingaggiata per assemblare questo modello. Non conosciamo i tempi di arrivo sul mercato e vendita di questo modello modulare.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?