Con Unreal Engine 5 i giochi saranno come film, ecco una demo

Credo che il mio primo approccio ai giochi 3D risale alla fine degli anni ’90, con il gioco Tomb Raider 2. All’epoca la grafica era avanzata, ma non abbastanza. I poligoni che formavano gli ambienti 3D a volte davano vita a scene surreali. Famoso è il décolleté spigoloso di Lara Croft.

Tutt’altra cosa la grafica di oggi. Epic Games ha mostrato una demo di recente e il risultato di Unreal Engine 5 è fenomenale. La grafica è così accurata da sembrare di essere in un film interattivo.

Per la demo è stata realizzata la scena di un videogame chiamato “Land of Nanite”, dove è stata mostrata la tecnologia Lumen. Sfruttando il processore grafico di una PlayStation 5, che usa la scheda grafica AMD RDNA 2, è stato possibile ricreare un mondo formato da centinaia di miliardi di poligoni. Una ricostruzione così accurata da avvicinarsi moltissimo al mondo reale.

Costruire mondi in 3D con un livello di dettaglio così elevato richiederà sicuramente un lavoro maggiore per le software house. Il risultato è sicuramente molto valido. Tanto da giustificare appieno i prezzi di vendita dei titoli di videogame.

L’utente non si focalizzerà più solo sull’obiettivo da raggiungere per terminare il livello o il gioco, ma sarà spinto a godere del viaggio. Spostarsi nello scenario offrirà un grado di soddisfazione superiore, tale da aumentare il coinvolgimento nel gioco.

Epic Games ha assicurato che la tecnologia Unreal Engine 5 sarà disponibile per la metà del prossimo anno anche per Mac e iOS. Apple potrà sfruttare la potenza dei prossimi processori A14 a 5 nm per offrire un’esperienza di gioco superiore nei suoi dispositivi.

One Comment

Cosa ne pensi?