Tinnire, l’AI che genera suoni per rimanere concentrati

Il progetto dell’app Tinnire è interessante per due motivi. Il primo è il suo design. Lo sviluppatore, Victor Kolb, ha applicato quello stile che è stato chiamato neumofirsmo. Uno skeumorfismo in rivisitazione flat. Si dice che Apple lo utilizzerà in futuro in iOS.

L’app Tinnire, quindi, è nuemorfica.

L’altro aspetto è la sua utilità. Lo sviluppatore ha integrato un’intelligenza artificiale che genera dei suoi da usare in sottofondo. Questi suoni mirano a due risultati: aumentare la concentrazione o aumentare il relax.

Basta selezionare quale scopo servire e premere play. Ma funzionano? Ho provato i suoni per la concentrazione per un po’ e devo dire che di certo non distrae. Questo potrebbe indicare che funziona.

Il suono resta in sottofondo e, mettiamola così, tiene a bada quella parte di cervello che vorrebbe distrarsi a fare altro.

Victor dichiara che in futuro integrerà altre funzioni, come la tecnica del Pomodoro, i suoni binaurali, il timer per usarli prima di andare a letto e altro. Anche se leggete della presenza di un abbonamento in realtà non è obbligatorio e non sblocca funzioni. Serve solo a finanziare lo sviluppatore se lo volete.

Tinnire pesa 16 MB e si scarica gratuitamente dall’App Store.

Cosa ne pensi?