brevetto selfie remoto

Facciamoci una foto”. Quante volte avete pronunciato questa frase per catturare il ricordo di una serata in compagnia, una gita fuori porta o la visita di una città straniera? La foto selfie di gruppo aiuta a ricordare chi c’era e quanto si era giovani anni addietro.

Per realizzarla c’è bisogno di una fotocamera e che le persone da immortalare siano tutte insieme nello stesso luogo e nello stesso momento. Cose che in tempo di quarantena e distanziamento può essere difficile. A tal proposito in futuro potremmo usare una funzione di Apple.

La società di Cupertino, infatti, ha brevettato la foto di gruppo ma con persone che sono distanti tra di loro. Potremmo definirla una foto da remoto. Per realizzarla il machine learning mette insieme le persone come se fossero vicine, ma in realtà si tratta di scatti singoli assemblati in post produzione.

L’algoritmo elimina prima lo sfondo per ognuno dei fotografati e poi unisce le persone fondendo tra di loro lo scatto, come se fosse stato in origine uno scatto singolo. Al momento non conosciamo l’effetto finale e la sua qualità. La speranza è che le persone non appaiano posticciamente scontornate e avvicinate.

Apple starà sicuramente lavorando ad un sistema qualitativamente valido. Non sappiamo se sarà integrato in iOS 14 o successivi.

Leave a comment

Cosa ne pensi?