Big Sur

Questa volta Apple dedica il suo sistema operativo addirittura a tutto un pezzo di costa californiana. Big Sur, come è stato soprannominato macOS 11, infatti, è il nome di 110 km di costa tra Carmel-by-the-Sea a nord e San Simeon a sud.

Si tratta di un aggiornamento molto importante, perchè la società introduce ufficialmente il concetto di neumorfismo. Un nuovo stile grafico che sarà sviluppato nelle prossime versioni di tutti i sistemi operativi. L’importanza è sottolineata anche dal fatto che viene ufficialmente abbandonata la numerazione 10.x per il sistema operativo, per passare direttamente alla versione 11.

L’aggiustamento grafico è avvenuto in molte parti del sistema. Angoli più arrotondati, effetti di trasparenza, pulsanti che cambiano forma, controlli semi-solidi. Sono tutti elementi che formano questa nuova interfaccia più semplice e intuitiva. Ma quali le novità?

Alcuni elementi di iPadOS

Apple ha portato in macOS alcuni elementi di iPadOS, come il Centro di Controllo, il nuovo Centro Notifiche, la nuova gestione dei widget e altro. Ora la somiglianza tra i due sistemi è più evidente.

Safari

Safari è stato completamente rivisto per diventare il browser più veloce del mondo. In base ai test effettuati da Apple è del 50% più veloce di Chrome. Consuma anche meno energia.

I tab ora sono più chiari e mostrano le favicon in automatico. Un traduttore integrato permette di effettuare le traduzioni dei siti in altre lingue con un semplice clic.

Ovviamente Apple ha curato ancora di più la privacy con il nuovo Privacy Report: un pulsante che mostra esattamente quali elementi della privacy usano i siti.

Migliorata la creazione delle estensioni. Grazie al nuovo framework, che protegge i dati degli utenti, le estensioni possono diventare più complete e potenti, come quelle presenti negli altri browser.

Messaggi

Apple ha portato la stessa esperienza dell’app Messaggi di iOS in macOS. Questo comprende anche il supposto delle Memoji, le GIF, gli effetti animati e altro.

Altro

Migliorata l’Accessibilità, le opzioni sulla Privacy, gli strumenti per sviluppatori (come una migliore integrazione delle app per iOS con Catalyst) e molto altro.

La compatibilità del nuovo sistema operativo è prevista con:

  • MacBook: 2015 e seguenti.
  • MacBook Air: 2013 e seguenti.
  • MacBook Pro: 2013 e seguenti.
  • Mac mini: 2014 e seguenti.
  • iMac: 2014 e seguenti.
  • iMac Pro: 2017 e seguenti.
  • Mac Pro: 2013 e seguenti.

La disponibilità è fissata per il prossimo autunno con la beta pubblica il prossimo mese. Gli sviluppatori potranno scaricare la beta da oggi.

Join the Conversation

1 Comment

  1. Spero che aggiornino anche il Finder magari aggiungendo anche i pulsanti per il taglia copia incolla oltre ai soliti comandi da tastiera

Leave a comment

Cosa ne pensi?