iOS 14: la nuova home screen è un game changer

Widget iOS 14

Non si vedeva un cambio di esperienza utente dell’home screen di iOS da sempre. La società di Cupertino, infatti, ha sempre lasciato gestire le pagine delle app con le icone, posizionandole tra le varie pagine. Negli anni arrivò la possibilità di aggiungere più pagine e poi le sotto-pagine: delle cartelle dove poter inserire più app per creare dei gruppi.

Questo ha permesso di gestire l’aumento del numero di app nel dispositivo. Con iOS 7 si passò ad una nuova grafica, ma poi dopo quel momento non ci furono grossi cambiamenti. Con iOS 14 ci sono due grandi novità: l’uso dei widget nelle pagine e la Libreria App (o App Library).

Due funzioni che cambiano tutta l’esperienza utente e che pongono le persone di fronte un nuovo modo di gestire il proprio dispositivo.

Widget

La prima funzione, l’uso dei widget, permette di avere le funzioni più usate delle app a colpo d’occhio. Al momento sono disponibili solo quelli delle app di base, ma in autunno dovrebbero arrivare i widget di terze parti. Nella beta di iOS 14 presso gli sviluppatori e l’ultima versione di Xcode è già possibile svilupparli.

Immaginiamo di avere un widget attivo per conoscere il saldo della banca, oppure quello per il conto telefonico. Potremmo avere il widget che ci informa sulla consegna dei pacchi o sullo status di treni e voli aerei.

La società di Cupertino ha pensato a 3 formati diversi:

  • Quadrato piccolo
  • Rettangolo
  • Quadrato grande

Nel primo abbiamo le informazioni in stile complicazioni per Apple Watch, nel secondo più dettagli e nel terzo un widget che occupa quasi metà pagina con molte più informazioni.

Sta a noi comprendere quale widget usare in base ai nostri bisogni di dettaglio. La cosa interessante è la creazione degli stack: vale a dire poter impilare più widget dello stesso formato uno sull’altro. Così se avete 3 widget rettangolari, per fare un esempio, potrete posizionarli uno sopra l’altro anzichè occupare lo spazio di 3 widget. Per passare da una schermata a all’altra basta fare uno slide verso l’alto o il basso. Dei pallini laterali vi fanno comprendere quanti widget ci sono in quello stack.

Widget

Per gestire i widget possiamo effettuare un tap prolungato su uno di essi e accedere al menu. Oppure un tap prolungato su qualsiasi punto dello schermo per aprire la modalità di modifica della pagina. Un pulsante posto in alto a sinistra apre il menu dei widget e l’elenco di quelli disponibili. Facendo tap su uno di questi si può procedere a scegliere il formato disponibile.

Il widget scelto può essere spostato sulla pagina come più ci piace. L’appoggio genera un effetto pietra nell’acqua, con il propagarsi di piccole onde. I più vecchi ricorderanno che la stessa animazione era presente in OS X quando supportava i widget.

Libreria App

L’altro elemento è la Libreria App. Questa usa il machine learning per comprendere le app che usiamo di più e le aggrega automaticamente in gruppi. Si tratta, secondo me, della killer feature di iOS 14 in termini di gestione delle app.

La Libreria App si posiziona automaticamente al termine di tutte le pagine di app. Una scelta di Apple dettata dalla volontà di avere un ordine migliore. La cosa positiva è che in iOS 14 possiamo nascondere le pagine meno usate e avvicinare così la Libreria App. In questo modo faremo meno slide per arrivarci.

Libreria App

Per nascondere le pagine (o renderle di nuovo visibili) dobbiamo fare tap prolungato su qualsiasi parte vuota dello schermo. Le icone vibreranno. Bisogna premere sui pallini delle pagine in fondo alla pagina corrente: quelli che vi indicano in quale pagina siete. Si aprirà, così, la visione globale di tutte le pagine esistenti nel vostro dispositivo.

A questo punto potete spuntare o meno quelle che volete vedere e nascondere le superflue. Personalmente ho tenuto solo 2 pagine di app più usate e nascosto tutte le altre. In questo modo ho la Libreria App in terza pagina.

Trovo che questo tipo di gestione sia più semplice della precedente. Tutti abbiamo app più usate e quelle utilizzate una volta al mese o all’anno. Far aggregare le app da Libreria App ci consente di accedere più velocemente alle app più usate ed evitare di fare molti slide quando dobbiamo finire nella pagina dove abbiamo posizionato l’app che ci serve in quel momento.

Sia i widget che la Libreria App usano il machine learning per mostrare informazioni e app anche in base al luogo in cui ci troviamo, l’ora del giorno e così via. In pratica il sistema di auto apprendimento nel tempo diventa più utile, fornendoci l’app che stavamo cercando a portata di tap.

Come in tutte le cose nuove anche la nuova gestione della home screen ha bisogno di qualche giorno di abitudine. Dover cambiare il modo con cui si gestiscono le app necessita di un minimo di apprendimento. Ma dopo qualche giorno non potrete fare a meno di osservare come avere le app che vi servono a pochi tap da voi sia una grande comodità.

L’unica nota negativa che mi sento di segnalare è la differenza di gestione di queste due funzioni tra iOS 14 e iPadOS 14. Se vorreste replicare questa esperienza negli iPad non è possibile. Apple ha reputato che l’uso del tablet sia differente da quello dello smartphone, quindi in iPadOS è possibile solo aggiungere i widget nella sezione Today e non posizionarli tra le varie pagine. Non è presente neanche la Libreria App.

Al momento non sappiamo se questa decisione sia definitiva oppure se faranno capolino nelle prossime beta dei sistemi operativi.

3 Comments

  1. I widget sono una delle poche cose che invidio ad Android, averli in iOS 14 è una grandissima cosa.
    Libreria app per me è un grande mah, ci penso già io a precisare le app per uso e tipo, la vedo che un doppione del mio lavoro con una logica che devo capire io

Cosa ne pensi?