Quick Charge 5

Sono anni che la ricerca investe sulle super batterie del futuro. Quello delle batterie è un mercato che non conoscerà mai crisi. Supererà anche l’obsolescenza di tutto il settore degli smartphone, perchè qualsiasi forma avrà il dispositivo del futuro, servirà comunque una batteria per alimentarlo.

Nell’attesa di vedere la grande rivoluzione si assiste alle migliorie in termini di ottimizzazione dei consumi e di velocità nel caricare le batterie.

Ed è Qualcomm ad alzare l’asticella delle cariche veloci. La sua Quick Charge 5 ha superato i record precedenti. Per ricaricare una batteria da 4.500 mAh, quasi il doppio della potenza presente in un iPhone 11, sono necessari appena 5 minuti per la metà della carica. Appena 15 minuti per ricaricarla completamente.

Questo significa che la carica di 5° generazione è ben il 70% più efficiente della 4° generazione e 4 volte più veloce. È 10 volte più veloce della prima generazione presentata nel 2013.

Quick Charge 5 incorpora 12 protezioni di tensione, corrente e temperatura separate, inclusa la protezione da sovratensione di ingresso USB a 25 V e controlli di potenza esterni oltre 30 V. Funziona anche a 10 gradi Celsius in meno rispetto a Quick Charge 4.

Dichiara Qualcomm in una nota.

Ma quanto è veloce invece la carica veloce negli iPhone? Dagli iPhone 8 e successivi è possibile caricare la batteria del 50% in 30 minuti. Bisogna utilizzare un caricabatterie da almeno 18 watt.

La società di Cupertino carica i suoi telefoni, quindi, 6 volte più lentamente del recente Quick Charge 5. La speranza è che qualcosa cambi nei prossimi iPhone per vedere la carica veloce anche nei dispositivi della Mela. Questi da qualche anno usano un chip di gestione dell’energia elettrica sviluppato direttamente da Apple.

Leave a comment

Cosa ne pensi?