L’app Bookmarks
L’app Bookmarks

Sono in rete da abbastanza tempo da aver visto la nascita di Del.icio.us nel 2003. Questo sito, poi comprato da Yahoo, consentiva di salvare i bookmarks, vale a dire i vari indirizzi web trovati in giro.

Dal 2019 questo servizio non è più raggiungibile. Probabilmente Safari e altri browser consentono di fare le stesse cose. C’è però un vuoto nel processo di gestione dei bookmarks.

Quando trovo un link da leggere nel breve periodo uso la funzione “Reading List” di iOS. È comoda perché usando Safari in tutti i miei dispositivi ho la sincronizzazione di iCloud, quindi li posso recuperare facilmente.

Quando invece il link è di un articolo che merita un po’ di attenzione lo salvo in Pocket. Se il link è di una pagina che uso quotidianamente lo salvo tra i bookmark di Safari, in modo da averlo sempre disponibili in due passaggi.

Ma c’è un’altra categoria di link non serviti da questi strumenti: le pagine che trovo per caso, che non devo usare nel breve periodo ma che un giorno potrebbero servirmi. Quindi sono pagine che andrebbero parcheggiate da qualche parte per non dimenticarsene, ma nello stesso tempo non devono essere visibili perché non vengono usate.

Dove salvarle?

A tal proposito ho trovato un’app per questo scopo e si chiama Bookmarks. Quest’app consente di salvare gli indirizzi e categorizzarli in varie sezioni. Tutti i siti inseriti in Bookmarks sono sincronizzati mediante iCloud in tutti i dispositivi.

L’app permette di sincronizzare le cartelle con 12 colori diversi e più di 30 simboli. Le pagine salvate si possono esportare come elenco HTML e c’è anche un widget per iOS 14.

Bookmarks pesa 4,3 MB e si scarica gratuitamente dall’App Store.

Leave a comment

Cosa ne pensi?