Avevo letto una segnalazione in merito qualche settimana fa, ma avevo pensato fosse un dato sporadico dovuto a qualche congiuntura astrale. Invece pare confermato la presenza di un problema quando si prova a installare Big Sur e si ha poco spazio sul disco.

I dischi SSD di Apple per i computer portatili non sono molto capienti. La versione base parte da 256 GB. Quindi con il tempo si tende a riempirla. Quando si prova ad aggiornare a macos Big Sur potrebbe non esserci abbastanza spazio. Il sistema quindi per un errore potrebbe iniziare a cancellare file per recuperarlo.

Questo, come ha riportato Mr Macitosh, può causare un riavvio a loop del sistema operativo. Non essendoci più dei file importanti, il sistema non termina l’aggiornamento, rimandando bloccato in questa transazione infinita.

A tal proposito, come indica Apple in un tweet, è opportuno avere almeno tra i 35,5 e i 44,5 GB di spazio liberi sul disco prima di aggiornare.

Si tratta sicuramente di un bug. Teoricamente il sistema dovrebbe avvisare l’utente quando non c’è abbastanza spazio prima di iniziare l’installazione dell’update. L’errore al momento sembra confermato su Big Sur 11.2 e 11.3 beta. Non confermato ancora su 11.1.

Ma cosa fare se è ormai troppo tardi? Se si è caduti nella tentazione di aggiornare senza liberare spazio?

Una soluzione potrebbe essere l’installazione del sistema in modalità Recovery. Per arrivarci bisogna riavviare il Mac e all’apparire del logo Apple premere Command + R e tener premuto questi due tasti fino a vedere apparire la modalità Recovery.

Dopo aver inserito la password dell’utente, si può proseguire cliccando sulla reinstallazione del sistema operativo. Per farlo assicuratevi che il WiFi sia connesso alla rete.

È buona cosa, anche se spesso disattesa, fare un backup del sistema prima di ogni aggiornamento. In questo modo potrete ripristinare in caso di necessità. In caso di problemi non dimenticate che sul sito Apple c’è una sezione per chiedere assistenza all’azienda.

Update 16/02/21: Apple ha aggiornato l’installer e ora verifica la presenza dello spazio disponibile prima di iniziare l’aggiornamento. In questo modo non si corre il rischio di incappare nell’errore.

Join the Conversation

1 Comment

Leave a comment

Cosa ne pensi?