Un'antenna parabolica di Starlink
Un’antenna parabolica di Starlink

Elon Musk ha avuto un’idea geniale e profittevole. Visto che ci saranno sempre più voli di SpaceX, la sua compagnia di voli spaziali, ha pensato di approfittare dei lanci per posizionare nello spazio 42.000 satelliti per la connessione a internet. Il progetto si chiama Starlink.

Ci vorranno 10 anni per ultimare la copertura e 10 miliardi di dollari. Dal giugno dello scorso anno sono operativi già 1.021 satelliti. Ma a cosa serve? Starlink porta internet veloce in quelle aree dove non ci sono infrastrutture per la connessione dati, quindi niente fibra ottica o rete 4G e 5G.

In Italia la copertura dovrebbe avvenire da metà di quest’anno. Infatti andando nel sito di Starlink è già possibile prenotare il proprio kit, in stile Tesla. Ma quanto costa?

Il kit costa 499 € a cui vanno aggiunti 60 € per il trasporto. Si riceve un’antenna parabolica, dell’attrezzatura hardware e un router. Un po’ come avviene con i router classici, dove il cavo si serve della connessione dell’armadio in strada, quello di Starlink prende la connessione dal satellite.

La connessione prevista oscilla tra i 50 Mb/s e i 150 Mb/s in download e 2 Mb/s in upload. La latenza tra i 20 ms e i 40 ms che per una connessione satellitare non è per niente male. La società assicura che con l’aumento dei satelliti le performance miglioreranno molto.

Un’app per iOS e Android aiuterà ad agganciare il satellite per ricevere il segnale, oltre a configurare i vari parametri del router e testare la velocità di navigazione.

Al momento l’abbonamento costa ben 99 € al mese. Serve soprattutto per quelle case sperdute in montagna o sulle isole in mezzo al mare dove non arriva alcun segnale. Per il 2025 la società ipotizza l’arrivo di 40 milioni di abbonati.

Leave a comment

Cosa ne pensi?