La lingua dei segni negli Apple Store
La lingua dei segni negli Apple Store

Apple è una delle aziende più attente agli handicap. I suoi prodotti, grazie alla sezione Accessibilità, consentono di semplificare l’uso dei software per i portatori di handicap. Anno dopo anno, anche grazie all’uso del machine learning, gli strumenti diventano sempre più affidabili.

Iniziative nel settore sono prese anche in altri ambiti. Una delle recenti vede la possibilità di richiedere il supporto di una persona in grado di parlare la lingua dei segni. Per averla basta selezionare l’apposita opzione durante la prenotazione di un intervento nell’App Store.

L’opzione è disponibile in varie nazioni, Italia inclusa. Quindi i muti possono usufruire del supporto di una persona in grado di aiutarli per le loro necessità.

L’altra iniziativa, riportata dal Wall Street Journal, è lo studio di Apple per migliorare Siri. Nello specifico la società sta lavorando al sistema di comprensione della voce dell’utente, al fine di comprendere anche chi ha difficoltà comunicative.

L’assistente virtuale di Apple comprenderà chi balbetta, trascina le parole e non riesce a pronunciare bene le frasi. Per farlo la società starebbe addestrano l’algoritmo con 28.000 tracce audio prese dai podcast.

Un’altra opzione interessante, che forse troveremo in Accessibilità, è l’impostazione dei secondi di pausa mentre parliamo con Siri. A volte quando non parliamo, semplicemente perché stiamo pensando a cosa dire, Siri crede che abbiamo terminato il comando interpretando la nostra mezza frase come errata.

Leave a comment

Cosa ne pensi?