L’evento di apertura della WWDC 2021 ha come pubblico target sicuramente quello generalista, ma gli eventi successivi sono dedicati agli sviluppatori, come lo State of Union.

A tal proposito vi indico una serie di novità importanti aggiunte quest’anno per gli sviluppatori, per esempio Xcode Cloud. Questo servizio di Apple si propone come alternativa a GitHub.

Usando Xcode 13 sarà possibile usufruire del servizio cloud in grado di aiutare a creare, testare e distribuire app destinate ai sistemi operativi di Apple. Lo stesso sistema consente di mandare le app su App Store o TestFlight.

Per quanto riguarda l’App Store, invece, sarà possibile integrare nelle schede delle app l’arrivo di eventi in streaming, integrare trailer di film e segnalare competizioni.

Come appare un evento nella scheda delle app, per esempio in Mario Kart Tour
Come appare un evento nella scheda delle app, per esempio in Mario Kart Tour

Interessante anche la possibilità di personalizzare gli screenshot e le icone da mostrare nella scheda delle app in base alle varie tipologie di utenti. Per farlo si utilizzano gli Analytics di Apple perché rispettano la privacy.

Per esempio se si possiede un’app per lo sport si possono mostrare screenshot diversi di attività diverse in base al sesso dell’utente o la sua età.

La società fa anche sapere che il regolamento è stato cambiato, diventando più severo verso gli sviluppatori scoperti a tentare di modificare le recensioni e le valutazioni. Di recente sono stati segnalati degli sviluppatori che avevano manipolato l’uso dell’app per renderla accessibile solo a chi avesse lasciato una valutazione di 5 stelle.

Passando a SWIFT viene integrato il supporto della concorrenza, vale a dire quel codice che funziona in parallelo. Utile per quelle app che svolgono operazioni in background mentre sono utilizzate dall’utente.

Swift Playground 4
Swift Playground 4

SwiftUI è stato migliorato ancora per poter scrivere ancora meno codice. Invece Swift Playground, l’app per imparare a programmare, nella versione 4 che arriverà a fine anno permetterà di imparare anche SwiftUI. Le app create in SwiftUI potranno essere inviate nell’App Store direttamente da Playground.

Chi lavora con la realtà aumentata di ARKit troverà il nuovo strumento Object Capture in RealityKit 2. Questi consente di realizzare un’immagine in 3D unendo tra di loro diverse foto dell’oggetto scattate da varie angolazioni.

Apple integrerà a breve moltissime nuove API tra cui quelle di SharePlay per consentire di condividere la visione di film e musica in sincrono con gli amici chiamati con FaceTime, ma anche l’isolamento vocale, far leggere le notifiche a Siri, creare estensioni per Safari mobile, integrare le app di mappe in CarPlay, usare l’audio spaziale nelle proprie app e videogame, usare ShazamKit per il riconoscimento dei brani e così via.

Leave a comment

Cosa ne pensi?