The Mosquito Coast
The Mosquito Coast

Quella di The Mosquito Coast è una serie TV che inizia con una coincidenza alquanto strana. Il telefilm è tratto dal romanzo omonimo “The Mosquito Coast” di Paul Theroux e pubblicato nel 1982.

39 anni dopo il nipote di Paul Theroux, Justin Theroux, diventa il protagonista della serie TV tratta dal libro di suo zio. Paul è infatti Allie Fox, eclettico inventore anti capitalista a capo della famiglia Fox.

La trama della prima stagione è alquanto controversa. Allie Fox, che a modo suo boccia i canoni della società moderna, scappa con la sua famiglia in Messico: Margot Fox (l’attrice Melissa George), sua figlia Dina Fox (Logan Polish) e il figlio Charlie Fox (Gabriel Bateman). Lo fa perché fugge da tutti. Dai federali, dall’ex datore di lavoro a cui ha svuotato la cassaforte e poi inizia a scappare anche dal cartello messicano.

Perché sia stato costretto a scappare dagli USA è un mistero. Lo spettatore è chiamato a vedere le 7 puntate e sperare che in ognuna di queste sia svelato l’arcano, ma “allarme SPOILER” nella prima stagione non avviene mai.

L’inventiva di Allie, una sorta di MacGyver anticonformista, aiuta la famiglia Fox a evitare di finire in una fossa nonostante siano molti i nemici dai quali devono guardarsi le spalle, non per ultima una segreta organizzazione politica a cui Allie chiede aiuto.

In realtà se vogliamo sapere cosa si nasconde dietro questa fuga e cosa farà la famiglia Fox in Messico, basta leggere il libro. Oppure vedere il film del 1986 interpretato da Harrison Ford. Non sappiamo, però, quanto la serie TV di Apple sia fedele alla trama originale.

Lo spingere sempre in avanti la rivelazione del segreto dei coniugi Fox porta in alto il sentore di finale fregatura. Siamo tutti ancora molto scottati dalla saga di Lost, le enormi aspettative dell’eccellente narrazione uccisa da un finale che ognuno può interpretare come vuole, senza svelare realmente i segreti dell’isola.

Si teme, quindi, che portando troppo in avanti i segreti di famiglia Fox si arrivi alla fine degli episodi con un “forse era meglio il libro”.

Su Tomatometer l’accoglienza è stata tiepida con appena il 62% di preferenze e il 76% di audience score. In pratica un punteggio che pone The Mosquito Coast non tra le serie meglio riuscite per Apple.

La società di Cupertino ha però annunciato di voler procedere con la seconda stagione per continuare nel filone narrativo e consentire ad Allie Fox di provare a realizzare il suo sogno utopistico, di una società più equa e solidale.

Trovate le 7 puntate di The Mosquito Coast su Apple TV+.

Leave a comment

Cosa ne pensi?