CyberDog di Xiaomi
CyberDog di Xiaomi

Si chiama CyberDog ed è un cane robot di Xiaomi. Non di quelli dove ci si diverte ad accudirli e farli camminare in giro per casa, è il muletto robot utilizzabile da remoto. Ma dove lo abbiamo già visto?

Lo abbiamo visto con Spot, il robot di Boston Dynamics nato dopo anni e milioni di dollari in ricerca. Xiaomi ha praticamente lasciato il carico del rischio di impresa sulla Boston Dynamics, lasciato a loro la ricerca di mercato, la creazione di un MVP (minimum viable product), attendere che la tecnologia avanzasse e si creasse un mercato, poi è intervenuta offrendo una sorta di clone.

Xiaomi dichiara che il CyberDog è un progetto open source. In fondo hanno investito poco in ricerca e sviluppo, quindi possono permetterselo. E visto che non vogliono investirci più di tanto lasciano alla community lavorare allo sviluppo del software e l’applicazione pratica del progetto.

Il CyberDog sarà prodotto inizialmente in 1.000 unità vendute per 9.999 Yuan, pari a circa 1.300 €. Molto poco considerando che lo Spot è venduto per 74.500 dollari.

Il cane di Xiaomi può supportare un carico fino a 3 KG, mentre lo Spot fino a 14 KG. Può viaggiare a 3,2 metri al secondo, mentre lo Spot 1,6 metri. All’interno anche un processore Nvidia Jetson Xavier AI, un GPS, una fotocamera ultra grandangolare e un sensore RealSense D450 di Intel per la profondità.

Sulla sua scocca anche 3 porte USB-C e una porta HDMI. Questi per aggiungere accessori e sensori. Non mancano 6 microfoni e disco SSD da 128 GB.

Apple ha utilizzato lo Spot di Boston Dynamics durante il lockdown per seguire i lavori di costruzione della sua sede di Londra a distanza.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?