Sarà capitato a tutti di viaggiare all’estero e mangiare nei ristoranti stranieri. Sperando che nessuno vada a mangiare la pizza all’estero e pretendere di mangiare piatti italiani, abbracciando invece i piatti delle culture straniere, ci si trova spesso nel dubbio su cosa ordinare.

Nomi strani come il cassoulet in Francia, il kibbeling in Olanda o le svenska köttbullar in Svezia potrebbero far apparire un grande punto interrogativo sul volto di molti. Ma cosa si nasconde dietro quei nomi? Quale piatto ci verrà consegnato?

Per rispondere a questa domanda c’è l’app Cibo. Utilizzando la realtà aumentata e l’intelligenza artificiale, l’app scansione il testo su un menu inquadrato con lo smartphone, carpisce le parole dei piatti e consente di cercare velocemente su Google le immagini associate a quel piatto.

In questo modo con un tap su ogni voce del menu avremo una galleria di immagini del piatto associato e sapremo all’istante cosa ci sarà servito. Ho fatto un po’ di prove e il riconoscimento funziona abbastanza bene, anche con frasi scritte a mano.

Cibo pesa 2,1 MB e si scarica gratis nell’App Store. Le prime 25 scansioni sono gratis, poi se si vorrà scansioni illimitate bisognerà pagare 1,99 €.

Leave a comment

Cosa ne pensi?