Dal primo gennaio 2023 partirà l’uso del digitale terrestre DVB-T2 al posto dell’attuale DVB-T e all’uso della codifica MPEG-4 contro l’attuale MPEG-2. Questo consentirà di avere un segnale più stabile e ricevere contenuti in alta definizione.

Non so, infatti, se vi è capitato di vedere gli attuali canali televisivi. Personalmente uso ormai solo video in streaming, quindi passare dallo streaming al digitale terrestre si notano tutti i limiti della banda e della qualità del segnale.

Se non avete un TV compatibile con il segnale DVB-T2 potrete scegliere tre strade:

  • Comprare un nuovo televisore. A tal proposito esiste anche un bonus TV.
  • Comprare un decoder da collegare al TV.
  • Installare un’app per lo streaming dei canali.

Visto che il mio televisore funziona ancora egregiamente, alla luce del fatto che guardo pochissima TV generalista, ho preferito la terza strada.

Nell’App Store ci sono un po’ di app per vedere i canali in streaming. A tal proposito oggi vi segnalo Play TV, un’app che funziona negli iPhone, iPad e Apple TV.

L’app si racconta come video player. Nel senso che prende dei link di streaming già integrati nell’app e consente la riproduzione. Questo è l’anello debole di tutto il sistema, perché se i canali dovessero cambiare link, lo sviluppatore ha bisogno di aggiornarli nell’app.

A tal proposito per ogni canale presente in elenco viene indicato un badge per sapere se funziona, con la simbologia del semaforo: verde – giallo – rosso. Dove giallo in presenza di uno streaming instabile.

L’app supporta anche AirPlay, il picture in picture e funziona anche all’estero. Pesa 44,2 MB e si scarica per 1,99 € dall’App Store.

Leave a comment

Cosa ne pensi?