Inizio questo articolo con un disclaimer: non sono stato pagato da nessuno per scriverlo. Quando si sente parlare di criptomonete spesso si sente puzza di bruciato ma non è questo il caso.

Vi parlo di un servizio che mi hanno fatto scoprire degli amici e ve ne parlo perché studiandolo ho notato che stanno facendo le cose per bene. Si tratta di Crypto.com, un servizio che era nato come exchange di criptovaluta. Quindi consente l’acquisto e la vendita di criptomonete in cambio di una commissione.

Nel tempo il servizio si è evoluto ed è diventato anche altre cose, come un servizio di carte di pagamento per convertire criptovaluta al volo e pagare in valuta locale grazie alla partnership con VISA.

Crypto.com supporta oltre 100 criptomonete diverse. Nell’App Store, quindi approvate da Apple, abbiamo tre app:

  • Crypto.com, vale a dire l’app ammiraglia per gestire compravendite e carte di pagamento.
  • Crypto.com Exchange per il solo Exchange e analisi.
  • Crypto.com DeFi Wallet per chi vuole conservare criptomonete in modo sicuro. È praticamente un wallet per conservare monete. DeFi sta per Decentralized Finance e consente scambio di crypto usando la rete decentralizzata di Ethereum.

Quindi con l’app Crypto.com potrete comprare e vendere criptomonete, conservarle, ma anche prestare criptodenaro in cambio di un interesse o prendere in prestito delle criptomonete pagando un interesse.

Ma la cosa che a me interessa più di tutto tra queste cose, visto che non sono un esperto di criptomonete, è la carta VISA.

Questa funziona ovviamente con tutti i circuiti VISA e si può aggiungere anche ad Apple Pay. È una carta di debito, quindi va ricaricata. La ricarica può avvenire mediante bonifico, con un’altra carta di credito oppure vendendo le proprie criptomonete.

Ci sono vari tagli che portano a benefici diversi. Da quella a zero €, fino a quella più costosa che richiede di investire 350.000 € in CRO per 6 mesi. I CRO sono le criptomonete di Crypto.com e si quotano come tutte le altre criptovalute, come accade per esempio sull’exchange di Binance con il BNB che è la criptomoneta di Binance.

Personalmente ho chiesto la carta Ruby Steel che si ottiene investendo 350 € in CRO per 6 mesi. Quindi queste CRO restano bloccate per 6 mesi poi posso decidere di venderle o lasciarle bloccate.

Con questa carta ricaricabile ottengo il 2% di cashback in CRO. Questo significa che quando effettuo un acquisto con la carta mi viene restituito il 2% sotto forma di CRO che finiscono nel mio wallet.

Inoltre mi viene rimborsato l’abbonamento di Spotify, fino a 12,99 $ al mese, in CRO. Quindi se mi abbono a Spotify e pago con la carta VISA di Crypto.com, ricevo il corrispettivo dell’abbonamento in CRO.

In altre parole più si utilizza questa carta VISA e più CRO si possono ottenere. Si tratta di criptomoneta che nel momento in cui vi scrivo ha un valore di 0,29 €. 6 mesi fa valeva 0,09 €. Quindi se avessi immobilizzato i 350 € 6 mesi fa e non pochi giorni fa, oggi sarebbero diventati 1.227 €.

Ovviamente la criptomoneta non cresce all’infinito. Può anche crollare e perdere valore. Quindi si tratta di una sorta di investimento speculativo ad alta volatilità. Personalmente ho deciso di dare fiducia al progetto e comprare CRO perché credo che l’azienda si stia muovendo nella direzione giusta, aggiungendo servizi e stringendo accordi. Quindi per me, ma poi la storia potrebbe smentirmi, il valore dei CRO crescerà ancora.

Esistono anche carte più generose. Dopo un periodo di prova con la Ruby Steel forse mi convincerò a ordinare la Royal Indigo. Questa richiede di bloccare per 6 mesi 3.500 € in CRO. In cambio si ottiene, oltre Spotify, anche il rimborso in CRO dell’abbonamento di Netflix (fino a 13,99 $), il 3% di cashback in CRO e il 10% di interessi in CRO della somma investita ogni anno, in questo caso su 3.500 €. In aggiunta c’è l’accesso alle lounge degli aeroporti. Per ulteriori informazioni vi lascio alla pagina dedicata. Tutte le carte sono in metallo, eccetto quella che costa zero €.

In aggiunta a tutto questo l’app consente di comprare carte regalo e ricevere un cashback in CRO. Questo non è legato necessariamente all’attivazione di una carta.

Se nell’app premete in alto a destra su Pay e Carte regalo, vedrete tutti i partner dell’iniziativa. Nomi come: Amazon, Esselunga, OVS, Q8, ricariche per l’App Store, Decathlon, Ikea, Kiko e molti altri.

Quando comprate una carta regalo, per esempio quella dell’App Store, e avete dei CRO in stake, vale a dire bloccati come investimento, otterrete l’1,25% in cashback. Se investite 10.000 CRO, il cashback sale al 2,5%.

Questa cosa dello stake dei CRO è un buon segno per chi li acquista. In pratica Crypto.com tende a convincere gli utenti a conservare i loro CRO per molto tempo. Se gli utenti conservano significa che ci sarà un flusso di CRO convertiti in denaro FIAT (moneta locale come Euro) minore, quindi il valore dei CRO non scende facilmente.

Se vi siete incuriositi potete iscrivervi gratuitamente direttamente dall’app scaricata dall’App Store. Se usate il codice u2pe79hzws riceverete 25 $ in CRO e altrettanti CRO saranno inviati a me dall’azienda.

Update 12/11/21: ho sentito direttamente il team di Crypto.com per la questione Apple Pay. Nonostante le loro pagine parlino di supporto ad Apple Pay, mi hanno confermato che per l’Italia nello specifico effettivamente il supporto non c’è ancora ma è una cosa alla quale stanno lavorando.

Per risolvere il problema si può passare attraverso Curve. Questo servizio, gestibile comodamente da un’app, consente di ottenere una carta Mastercard che fa da ponte. In pratica in Curve si aggiunge la carta di Crypto, come avviene in Wallet di iOS. Ogni volta che si paga con Apple Pay usando Curve (visto che Curve supporta Apple Pay in Italia) in realtà si pagherà con la carta associata nel suo wallet. In questo caso quella di Crypto.

Quindi per esempio mettiamo vogliate pagare 80 € con Apple Pay. Usate Curve per pagare e Curve andrà a prendere i soldi dalla carta VISA di Crypto. Per Crypto avrete pagato e vi sarà riconosciuto il cashback in CRO. La versione gratuita di Curve ha un limite a 2000 £ (circa 2.300 €) al mese di movimentazione e un massimo di 10.000 £ (11.500 € circa) all’anno. In pratica se usate la carta Crypto per fare acquisti per circa 1000 € al mese potrete usare comodamente la versione gratuita di Curve.

Altro trucchetto che posso suggerirvi è l’uso di Revolut per caricare la moneta FIAT nel vostro account di Crypto. La moneta FIAT può essere ricaricata solo tramite bonifico. Nell’app di Crypto, infatti, andando in Conti > FIAT Wallet > Trasferisci > Deposita > Euro troverete i dati del vostro account IBAN di Crypto al quale inviare denaro per spostare soldi sul vostro account. Denaro che poi potrete decidere di usare per comprare criptomonete oppure ricaricare la vostra card VISA.

Segnalo Revolut perché questo servizio offre bonifici istantanei gratuiti. Quindi se spostate soldi su Revolut, con una carta, Apple Pay o bonifico, poi potrete inviare quei soldi velocemente al vostro account Crypto tramite i dati IBAN di cui vi parlavo prima. Il denaro è a zero commissioni e viene spostato in circa 1 ora. Utile per ricaricare la carta VISA al volo.

Join the Conversation

9 Comments

    1. Concordo. Verificate le informazioni prima di scrivere un articolo. Apple Pay funzionava per la vecchia MCO card

      1. Giovanni, come ho anche linkato a Pela si parla espressamente di Crypto VISA e non MCO. L’articolo di Crypto è stato aggiornato a una settimana fa.

  1. Ciao Kiro, io ho la Ruby fisica e confermo che NON si può aggiungere al wallet. Se provi ad aggiungerla iOS ti dice che la carta non è supportata dall’emittente e se vai nelle info non trovi elencato Crypto.com tra gli enti emittenti validi.

Leave a comment

Cosa ne pensi?