WatchGPT
WatchGPT

Nel dicembre dello scorso anno, quando chatGPT stava iniziando la sua enorme crescita, vi segnalai uno shortcut che consente di avere l’intelligenza artificiale generativa direttamente nel vostro iPhone o sull’Apple Watch.

Lo shortcut consente di accedere alle risposte di chatGPT mediante le API fornite da OpenAI, l’aziende che lo ha inventato.

Molti di voi mi hanno scritto perché hanno avuto difficoltà nel gestire le API, integrarle e farsi rispondere dall’intelligenza artificiale. Cose che si possono superare attraverso un’app: watchGPT.

Che cos’è watchGPT

Possiamo considerare watchGPT come la versione non ufficiale di chatGPT per Apple Watch. Ufficialmente, quindi, OpenAI non ha rilasciato nessuna app, nonostante voci di corridoio dicano che ci stia lavorando.

Si tratta, quindi, di un progetto indipendente realizzato integrando proprio le API di chatGPT, di cui tra l’altro l’azienda ha rilasciato la versione business pochi giorni fa, proprio per consentire lo sviluppo di app e servizi di terzi.

Come funziona watchGPT

L’utilizzo dell’app è molto semplice. Tra l’altro ha anche una complicazione che consente di accedervi velocemente. Basta aprirla per poter digitare il testo con la tastiera virtuale, ma volendo si può anche dettare la richiesta.

Il tutto funziona anche in italiano. Basta inviare la richiesta per leggere il testo generato da chatGPT. Al termine il testo può anche essere condiviso con un apposito pulsante, per esempio per inviarlo con un messaggio o via email.

In questo modo si potrà avere risposta alle proprie domande direttamente dal polso. Teoricamente questo tipo di cose si potrebbero fare anche con Siri, ma non essendo un’intelligenza generativa, Siri spesso rimanda semplicemente a un elenco di siti web.

Gli sviluppi di watchGPT

Al momento l’app ha alcuni limiti. Per esempio non integra i comandi vocali. Come sappiamo Apple non consente di cambiare l’assistente di base del suo sistema operativo. Però potremmo chiedere a Siri di aprire watchGPT.

Inoltre le risposte non sono vocali, ma solo testuali. Quindi le risposte dovremmo leggerle noi. Questo può essere un bene se vogliamo leggere in ambienti silenziosi, ma anche un male se desideriamo un’interazione a mo’ di Siri. Quell’esperienza d’uso quindi non c’è.

Gli sviluppatori stanno comunque lavorando per integrare una serie di novità, come:

  • La possibilità di gestire una conversazione, invece dell’attuale forma: una domanda, una risposta.
  • Poter fare domande direttamente dalla complicazione.
  • Poter integrare le API personali di OpenAI.
  • Avere lo storico delle interazioni.
  • Poter impostare la dettatura come opzione di default.
  • Possibilità di farsi leggere la risposta dall’assistente.

Come scaricare watchGPT

L’app watchGPT pesa 2,6 MB e si scarica per 4,99 € dall’App Store.

Non richiede abbonamenti. Richiede almeno iOS 13 e watchOS 9.

In conclusione

watchGPT è un’app per Apple Watch che ti consente di accedere a chatGPT di OpenAI per ricevere risposte alle tue domande direttamente dal tuo polso.

L’applicazione, che al momento costa 4,99 €, offre una tastiera virtuale per digitare le domande o la possibilità di dettarle al tuo Apple Watch.

Anche se al momento non integra i comandi vocali, gli sviluppatori stanno lavorando per migliorare l’esperienza utente. In futuro, watchGPT potrebbe offrire la possibilità di gestire una conversazione, avere uno storico delle interazioni e farsi leggere le risposte dall’assistente.

Aggiornamento 13/03/23

L’app sarà presto rinominata come Petey per eliminare il nome chatGPT nel titolo.

Leave a comment

Cosa ne pensi?