iPad è tra noi, il tablet che rivoluzionerà l’editoria

E’ esattamente ciò che volevamo“, sono queste le parole di Steve Jobs che riassumono al meglio cosa sia l’iPad, il famoso tablet frutto di anni di investimenti. Una via di mezzo tra un iPhone, o meglio iPod Touch, e un MacBook. Uno strumento per tutti coloro hanno bisogno di portare file in mobilità, vedere film, leggere libri, navigare e molto altro.

Grande 243 x 190 x 13,4 mm è pesante 680 grammi nella sua versione base. In poco più di 1 cm troviamo un display multi-touch ampio 9,7″ con tecnologia LED e IPS (in-plane switching) che permette maggiore luminosità e dettagli dei comuni schermi, con la possibilità di contare su bassi consumi. La risoluzione è di 1.024 x 768 pixel con una densità di 132 pixel per pollice. Purtroppo non abbiamo una fotocamera integrata, elemento che avrebbe fatto piacere avere e che forse troveremo nelle prossime generazioni, ma tutti gli altri sensori ci sono: accelerometro, magnetometro, sensore di luminosità, bluetooth, WiFi 802.11n e A-GPS.

La società ha presentato due versioni: con e senza supporto al 3G. La differenza dei due, oltre al prezzo di 130 $ per ciascun taglio, è il peso di 500 grammi. Esteticamente sembra una cornice digitale. Il bordo nero, oltre a favorire la visione dei film, serve da presa e probabilmente copre lo spazio destinato all’hardware. Il case è in alluminio ed è in gran parte riciclabile e privo di elementi nocivi per l’ambiente.

La potenza è tratta dal processore Apple A4 da 1 Ghz, chip costruito grazie all’acquisizione di PA Semi qualche anno fa. La memoria RAM al momento non è stata rivelata, ma sappiamo che la memoria di archiviazione è di 3 dimensioni: 16, 32 e 64 GB. Oltre a microfono, speaker, connettore e jack 3,5 mm standard per le cuffie, sappiamo che ha un’autonomia di 10 ore o 30 giorni di standby, contro le 7 ore massime raggiunte da un MacBook.

Dal punto di vista grafico, troviamo un’interfaccia simile a quella dell’iPhone. Il sistema operativo è pressochè lo stesso del telefono, ma cambiano alcune funzioni. Oltre al multitasking, infatti, possiede alcuni elementi aggiuntivi richiamabili con alcuni pulsanti virtuali. Virtuale è anche la tastiera QWERTY, mentre resta fisico il pulsante Home, Sleep, Muto e la regolazione del volume.

Il dispositivo sembra essere stato creato per funzionare sia in verticale che in orizzontale. L’accelerometro, infatti, è utilizzato per arrivare ad alcune funzioni ottimizzate nella lettura della posta elettronica, visione delle immagini, dei film e, naturalmente, per la navigazione web. Il vero punto di forza, però, è la lettura dei libri. Con la nascita dell’iBooks Store è possibile comprare libri, riviste e quotidiani da leggere sul dispositivo in ogni momento. La multimedialità insita nell’iPad permette di accedere a contenuti impossibili da usare con la carta stampata: immagini che si trasformano in video, testi condivisibili, accesso a galleria e servizi interattivi.

L’iBooks Store usa una gradevole grafica 3D con anteprime, recensioni e molto altro. Una volta acquistato un libro, questi diventa un libro virtuale del proprio scaffale. I prezzi sono, per i rispettivi 3 tagli di memorie, 499, 599 e 699 $ per la versione senza 3G. Se voleste il 3G, che si attiva con una SIM card e funziona in HSDPA fino a 7,2 Mbps, i prezzi sono di 629, 729 e 829 $. La disponibilità è fissata a 60 giorni per la versione WiFi e 90 giorni per quella WiFi + 3G.

Vale la pena acquistarlo? La risposta è sempre la stessa: dipende dalle vostre esigenze. La società sembra voler far l’occhiolino a chi viaggia molto, a chi piace leggere, agli studenti, a coloro hanno bisogno di una navigazione internet confortevole e così via. Il dispositivo può essere collegato a un proiettore, quindi utile per professionisti o professori, ma dà l’accesso anche all’App Store e alle sue 140.000 applicazioni, quindi utile a chi ama giocare con la grafica 3D grazie all’Open GLS. Fate le vostre valutazioni in base alle vostre esigenze e disponibilità. Ma in fondo, ci attira.

43 Comments

  1. Bello, stupendo l’iPad! Me lo comprerei per il gusto di averlo.. ma in fin dei conti per l’uso che ne faccio io, sarei più per un MacBook!

  2. Grazie per la diretta KIRO. Molto interessante. E l’ipad che dire … bellissimo esteticamente, per le funzionalità … Chi vivrà vedrà.

  3. bella descrizione, per un americano: forse non è molto chiara la situazione Italia! Senza usare troppe parole è come l’iPhone 2G (e non dico come caratteristiche tecniche…).

  4. grazie ancora della diretta. è un prodotto a cui devo ancora abituarmi. al momento -complici il tasto home e i tastini laterali- la testa me lo interpreta come un grosso iphone. magari cambio idea..

  5. Questo iPad mi sembra un device di transizione. Per me segna l’inizio della fine per Mac OS, Windows OS e compagnia bella, incluso le metafore su cui questi OS sono basati: la scrivania, la macchina da scrivere, le cartelle, i dischi, i documenti, le applicazioni, ecc. E forse la fine pure del modello di business, cioè l’acquisto di applicazioni sempre più complesse, ma liberamente installabili.

    Un device certamente interessante, ma molto immaturo. Credo che per il momento il suo impatto non possa neanche lontanamente essere comparato al modo in cui l’interfaccia grafica del primo Mac, agli inizi degli anni 80, rese di colpo obsoleta l’interfaccia a linea di comando.

    Un futuro forse promettente, o forse un flop, ma per ora mi tengo il mio iPhone ed il mio MacBook (mancano ancora tante, troppe cose all’iPad per poter sostituire uno di questi due) e sinceramente il gap che c’è tra questi due l’iPad di prima generazione non sa colmare.

  6. Per uno studente con iPhone e notebook penso sia di utilità zero..se uno non ha il notebook sicuramente non si compra questo ma un notebook….
    Personalmente molto deluso…
    Riguardo gli ebook, ok, sono il futuro..ma ora e soprattutto in italia non penso siano così diffusi…

  7. Io vorrei capire perché siamo stati presi in giro durante la diretta !!! Avevo la pagina della diretta su radiopodcastlive in una scheda e quella di engadget nell’altra e le foto erano prese dal sito engadget !!! In tempo reale !!! Ma quale San Fransisco !!!! Buffoni non si prendono in giro gli utenti !!! Kiro non era al keynote come volevano farci credere non ha postato nessuna foto personale erano tutte prese da engadget controllate per credere !!! Mi sono sentito preso in giro alla grande !!! Buffoni !!!

    • @Fox: era chiaro che la nostra fosse una battuta 😉 E anche se fossi stato li, mica potevo parlare mentre sul palco parlavano. L’avevo scritto anche nei vari avvisi che la diretta era con i nostri commenti 😉

  8. Sinceramente sono rimasto stupito dalle mancanze!!!
    Capisco che è bene lasciare uno spazio per manovre future e upgrade dell’hardware…ma pensavo che un gps e una fotocamerina (fronte/retro) siano ormai dei “MUST BE”…

    personalmente poi non sono rimasto estasiato dalla front view… non mi piace la cornice così spessa (sicuramente necessaria per motivazioni tecniche), ma crea un effetto di miniaturizzazione dello schermo!!!

    cmq un ottimo punto di partenza per una evoluzione futura!!!

  9. Kiro grandissima la diretta, ben fatto, complimenti.
    Per quanto riguarda il multitasking.. io non trovo nessuna traccia della sua presenza.. dov’è che ne hanno parlato?

  10. Ma questo device è un prodotto di transizione! Non si è investito su questo… Comunque in Italia fa alquanto ridere come prodotto, quando arriverà (grande incognita del quando, dove, come, se arriverà…), sarà solamente un grande iPod: intendiamoci, l’iBookStore in Italy non ci sarà! quindi la funzione eBook salta poiché si possono “installare” solo eBook provenienti dall’iTunes store. Per quanto riguarda trasportailità l’iPad Case è ottimo, anche per appoggiarlo sulla scrivania etc… ma soprattutto senza iPad Case non lo si potrebbe usare, non sta in mano quel coso! 😛 per il resto è ottimo sul divano o a letto! Ho avuto modo di seguire 10 minuti la diretta di Kiro, che saluto nella solare San Francisco (…), e, scusa Kiro se mi permetto, ma con l’Inglese non ci siamo proprio! non si può sentire quella pronuncia! Tra te e il tuo compare, le parole inglesi le ho capite perché sono bilingue altrimenti da inglesino non le avrei capite! (tutto rimediabile comunque!) 😛

  11. Non sarà un grande ipod, sarà un prodotto eccezionale x studenti, professionisti che viaggiano molto, professori e x persone che vorranno un prodotto estremamente semplice, dove si può fare tutto quello che fa una persona media con un computer (navigare in internet, inviare email, scrivere testi e mostrare presentazioni, ascoltare musica) e molto di più (leggere libri, riviste, essere sempre in ogni momento collegato ad internet (col 3g)) e non dimentichiamo che con uno schermo così sarà perfetto x guardare film tenendolo in mano sul divano ad esempio. Questo è il vero computer “generalista” che per la sua semplicità e gli usi porterà l’informatica davvero alla portata di tutti.

  12. Chi pensa che l’iPad debba sostituire l’iPhone non ha capito niente! Ipad non è un telefono! A me piace molto leggere e avere una navigazione Internet sempre innovativa quindi ritengo questo tablet un veto gioiello! Lo prenderò sicuramente ma non certo per sostituire il mio iPhone o il mio macbook pro da 15′!

  13. ma nessuno ha mai pensato all’integrazione con google books (in via di sviluppo anche in italia)? In un futuro sviluppo di GB con i libri più recenti sarebbe un modo per portare gli ebook legalmente scaricati sull’ipad in italia (e anche in altri paesi sfortunati come il nostro). Magari apple è troppo chiusa per pensare una cosa del genere.. o magari no perchè sarebbe un bel modo per acquistare mercato anche non negli USA.

  14. Sono solo io che lo reputo veramente inutile? o forse meglio dire un prodotto ibrido che non si sa a chi è rivolto? mah …

  15. E’ rivolto a studenti, professionisti, rappresentanti, professori, pendolari, persone in mobilità ed a persone che cercano un computer per avere le funzioni base dei computer tradizionali e in più altre funzioni innovative.
    Questo prodotto è rivoluzionario, è il primo prodotto informatico generalista della storia…E’ perfetto.

  16. le potenzialità ci sono tutte: pesa meno dei vari netbook e per quello che deve fare l’hardware è più che sufficente, il problema vero qui è come si evolverà l’ipad OS ma se ci pensate bene pure l’iphone poteva fare ben poco appena uscito.
    Secondo me quello che manca veramente è il poterlo usare per prendere appunti al volo con un pennino, che per me con son studente universitario non è cosa da poco, e la gestione delle cartelle o qualcosa di simile per gestire i vari file su cui lavorare;
    Ache se credo che ques’ultima caratteristica verrà implementata visto l’introduzione di iWork.

  17. Ma per prendere appunti uno studente lo appoggia sul banco con la custodia e scrive con la tastiera…molto più velocemente (per uno che ha dimestichezza con le tastiere qwerty) che scrivere a penna su un foglio…
    la possibilità di salvare file e gestirli dovrebbere esserci visto, come ha detto mike, che ci sarà iwork… L’alternativa è un uso intenso di mobile me, caratteristica questa, utilizzabilissima vista la connettività a internet a 360°.

  18. Questo strumento esteticamente è da parte del babbo Macbook e da parte della mamma un iPhone, è veramente bello e all’interno è fatto benissimo tutto il mondo lo voleva ma…… cosa ve ne fate?? nel video illustrativo è sempre sdraiato e se lo appoggia sulle ginocchia perchè in realtà non è un telefono touch che puoi tenere in mano quello è grosso e non pesa come una piuma, chi dice che è per professionisti non ha capito che i professionisti hanno bisogno di un macbookpro e non di un bellissimo oggetto che si riempie di ditate.. non prendetela come critica ma lo trovo inutile perchè comunque non è un computer e non ha una versatilità tale, l’unica cosa che è buona è l’utilizzo dei libri virtuali, perchè poi sfido chiunque a vedersi un intero film con l’iPad in mano o sulle ginocchia e con uno schermo così ridotto.. E’ un prodotto indirizzato a tutti e che non serve sostanzialmente a nessuno non capisco chi ha voglia di buttarci minimo 500$ su questo prodotto.. poi sei obbligato a comprare una serie di accessori per utilizzarlo..

    Bellissimo davvero Apple mi rende sempre fiero di acquistare i suoi prodotti però questo non serve..

  19. E’ come lo desideravo. E’ come lo immaginavo.
    Salvo per due cose:
    Multitasking
    Fotocamera
    Per il resto è il prodotto che volevo. Si colloca perfettamente tra un iPhone ed un macbook. Lo prenderò, purchè il prezzo non superi i 700 €.

  20. Ma che professionisti hanno bisogno di un macbook pro? Architetti e dj!
    Pr, agenti di commercio di qualsiasi campo, ad esempio, non hanno bisogno di un macbook pro. Io sono un agente di commercio e ti assicuro che me lo prenderò perché mi sarà utilissimo! Devo finire una relazione, scrivere preventivi, inviare mail, ecc sempre in mobilità, mostrare presentazioni dell’azienda, andare in internet..e potrò fare tutto questo con estrema semplicità! E durante le attese potrò leggere riviste e giornali (senza più perdere tempo in edicola la mattina), guardare film e giocare. E’ perfetto!!!

  21. Accessori a parte, sospetto che diventi scomodissimo da usare dopo alcuni minuti… in mano, sulle ginocchia, appoggiato su una superfice? Se poi devo aggiungere una custodia/stand per portarmelo appresso e usarlo… allora non è meglio un MacBook che ha già il coperchio, sta su da solo ed ha pure una tastiera? Però sì, il futuro del personal/mobile computing passa anche attraverso questi “esperimenti” di interfaccia touch e vocale in evoluzione.

    Purtroppo bruttine quelle 4 icone (come sull’iPhone) però tanto spaziate per usare il maggiore spazio. E la grafica di iBook scopiazzata da apps sviluppate da altri per l’iPhone. Cara Apple, l’interfaccia grafica la potevi anche rifinire meglio.

  22. Io se ho bisogno di inviare e-mail velocemente utilizzo l’iphone, se ho da inviare delle email con degli allegati lo faccio il mio Macbookpro visto che li creo con quello, questo iPad è versatile per velocità sempre se ce l’ho in mano perchè non entra certo in tasca come un iphone e non so come potrei gestire delle email con degli allegati che produco con il computer.. Io ti parlo da architetto e ti dico che mi comprerei molto più volentieri un air ben aggiornato e con un restyling verso il touch tipo a doppio schermo al posto della tastiera fisica..
    beh poi dopo un pò che ce l’hai in mano te ne accorgi, pesa 500 grammi è poco ma dopo 10 minuti non sai dove appoggiarlo.. penso che invece che fare una via di mezzo tra un macbook e iphone potevano far diventare l’Air un computer rivoluzionario, perchè finora è solo un macbook molto sottile e leggero.
    Poi non so quanto sia facile scriverci, perchè a meno che non lo appoggi su una superficie inclinata con una mano scrivi poco e su una superficie qualunque non è certo pratico e poi è facile da trasportare ma non penso che possa essere a portata di mano come un iphone.
    Concordo con quintomondo l’interfaccia grafica iniziale è tirata via, con tutte le cosine grafiche che ti fanno fare ooooh e poi lo schermo iniziale come un iphone stirato?

  23. Sì, però in mobilità lo si terrà nella sua custodia apribile e semirigida che fa anche da superficie d’appoggio inclinata…

  24. in fin dei conti è un iPodtouch con uno schermo da 9,7 e la possibilità più avere il 3G… e finalmente riesce, a mio avviso,a fare quello che il touch non riusciva a fare causa ridotte dimensioni: il sostituto di un computer fisso per prende appunti, leggere slide e pdf dei professori a scuola e università, navigare in libertà in bar e in viaggio ( pendolari e non), definire gli ultimi particolari di un testo…
    tutta via, ripeto, è da appoggio a chi ha già un computer fisso ma non importa nulla di avere un SO completo e una qwerty fisica, in tal caso c’è l’Air…
    chi ha già un macbookpro e un ipod/iphone di questo ipad non se ne farà nulla, tutta via andrà a togliere un po’ di mercato al macbook bianco che molti comprano oggi “per uso da netbook”

  25. non è un telefono non è un pc.
    è qualcosa di nuovo, è qualcosa che potremo abituarci a portare al lavoro o in universita per tutte le mansioni che vanno dalla programmazione del calendario, web, mail, stesura documenti, ecc ecc alla lettura…
    è qualcosa che potremo abituarci ad avere sul tavolo del salotto per accompagnarci nei momenti di relax tornati a casa, nella navigazione web, lettura email, libri, visione video, youtube, passatempi e produttivita di base ( documenti di testo, presentazioni, lettere, schemi, tabelle calcolo ecc ) comodamente seduti in poltrona.
    io lo comprero… mi entusiasma, nonostante tutto leggo su molti siti tantissimi commenti negativi, perlopiu di persone che non hanno secondo me ancora capito cosè l’ipad.
    ma credo che ne venderanno a vagonate.
    secondo me è rivoluzione.
    ne sono entusiasta, ma non nascondo che al primo impatto, prima di farmi un idea generale di cosa fosse e a cosa fosse destinato ero scettico se non addirittura deluso.
    guardate questo video.

    http://www.youtube.com/watch?v=y2Hz8dhQw8Q&feature=player_embedded

    p.s
    e comunque tutto a chi ha grandi critiche da muovere consiglio anche di vedere i tablet prentati qualche settimana fa da hp… pc mutilati con tecnologia touch adattata e anni luce da quella di questo dispositivo.
    forse è questo che cercavate?… mmm

  26. Un oggetto a mio parere unico al momento nel suo genere secondo voi funzionerà in modalità wifi con il tethering dell’iPhone 3gs????

  27. Il prodotto è bello, peccato che sia né un iPhone né un macbook. Una via di mezzo che però ha le lacune di non essere tascabile come un iPhone né di essere completo come un macbook.
    Io mi sarei aspettato un sistema operativo diverso, che permettesse all’iPad di essere un sistema autonomo e non per forza sincronizzabile da un altro computer.
    Inoltre sono deluso che non supporti il multitasking e flash (ok in futuro ci sarà l’HTML5 ma per ora non è neanche stato definito in maniera definitiva come linguaggio, magari tra tre anni sarà lo standard mondiale ma il prodotto lo compro ora, non tra 3 anni) accetto a malincuore queste limitazioni su iPhone ma su uno schermo da 10 pollici con processore a 1 Ghz proprio no.
    Mi piacerebbe mentre guardo un film o leggo un libro di poter ricevere e rispondere ad una mail in tempo reale.
    Peccato perché il prezzo era davvero buono e lo avrei preso, ma per ora ci rinuncio.
    E non condivido quello che ha detto lo zio Steve quando ha detto che questo è il suo miglior prodotto, l’iPhone per me è stato nettamente superiore e molto più rivoluzionario.
    Speriamo in aggiornamenti futuri con il firmware 4.0.

  28. Personalmente credo sia un ottimo prodotto che comunque maturerà (deve!) nelle prossime versioni. Fa quel che si propone di fare in maniera eccellente, quel che non c’è è quello che secondo la (non sempre condivisibile) filosofia apple semplicemente non è fondamentale o comprometterebbe l’esperienza d’uso. La vera rivoluzione è l’ottimizzazione dell’interfaccia… a differenza dei mattoncini proposti dagli altri produttori che si limitano ad appiccicare un touchscreen e a togliere la tastiera a Windows (e noi li a mirare i tastini e i link con l’unghietta :P). — Speriamo sia un “acceleratore di mercato” come lo fu l’iPhone: potremmo finalmente vedere dei tablet funzionali anche dalle altre aziende! —-

    A dirla tutta quel che mi lascia perplesso non è tanto la mancanza di fotocamera (non mi ci vedo a mirare qualcuno con quel coso e tantomeno lo vedo come sostituto del telefono), quanto la scelta di adottare un nuovo formato di sim (la micro sim: 3FF SIM)… non sono un esperto del settore ma… temo… se non diventa uno standard immediatamente nessun operatore italiano la proporrà… o ce la faranno pagare davvero cara impedendoci di usare il piano dati che già possediamo.

  29. si si bello, come l’air (non a caso) la mia impressione è che probabilmente anche alla apple e non solo (titolo apple sceso del-2% dopo la presentazione) non siano convinti fino infondo del succeso dell’ipad altrimenti perchè aspettare 2 mesi dalla presentazione per la commercializzazione (ultimamente eravamo abituati a trovare i nuovi prodotti disponibili all’apple store poche ore dopo la presentazione) forse prima di produrli in massa e rischiare di tenerseli sugli scaffali invenduti come l’air, rallentandone lo sviluppo ( più o meno è rimasto immutato dalla prima uscita) vorrano vedere se la curiosita di noi consumatori si trasformi in reale intenzione di acquisto.

  30. Ho letto molti dei commenti riportati fino ad oggi. Quello di cui mi meraviglio è come possiate pensare che Steve Jobs (che mangia pane e volpe a colazione) stia lanciando un prodotto sostitutivo degli altri prodotti Apple sul mercato……..!!!
    Ma è evidente, e chi mastica un pò di strategie commerciali sarà daccordo con me, che si è voluto mettere sul mecato un’atro prodotto. La Apple non ha nessuna intenzione di smettere di vendere l’Ipod – l’iphone – e tutti i suoi Mac.
    L’Ipad, come tutti gli altri prodotti, sarà migliorato negli anni a venire fino a quando non arriveremo le nuove tecnologie informatiche che già sono allo studio. A quel momento state certi che Il sig. Steve sarà costretto a condensare i suoi prodotti in uno o due che svolgeranno tutte le funzioni ed anche di più di ciò che offre il mercato oggi……meditate gente…meditate

  31. quasi tutti si ostinano a giudicarlo (negativamente) come se dovesse essere un sostituto di iphone o macbook… ovvio che fallisca in questo obiettivo: NON è il suo obiettivo.

    Concordo nel giudicarlo un modello ancora immaturo… ma è stato detto chiaramente durante la presentazione: è un nuovo oggetto che si propone di essere “migliore in determinate attività chiave” (traduzione letterale) – se le attività che ci servono sono altre semplicemente non ci serve questo prodotto.

    Insomma: non sostituisce un bel niente però crea la possibilità di riempire un buco – di cui non tutti devono sentire il bisogno intendiamoci – permettendoci di navigare, scrivere, email, guardare video, giocare, leggere ebooks, redigere/modificare presentazioni o documenti, meglio di come potremmo farlo su un iphone e senza il peso e l’ingombro di un portatile.
    Ripeto: se questi sono i nostri “task” principali…
    per tutti gli altri – semplicemente – è un oggetto inutile sì … ma cosa c’entra? per chi non guarda la tv è inutile la tv; per chi non esce di casa è inutile un pc portatile; per non ascolta la musica è inutile un lettore mp3; e così via… 🙂

  32. @adriano: è esattamente come dici tu: nel mio primo commento ho scritto “è come l’iPhone 2G (e non dico come caratteristiche tecniche…).”. In soldoni un nuovo prodotto che verrà venduto fra un po’ e non in tutto il mondo: il vecchio continente, ad esempio, ne dovrà fare a meno ancora per un po’ (anche se qui non si da ascolto a questi “particolari”!). 😀

  33. MirkoVr:siamo realistici, il fatto è che molti di noi si aspettavano un mac e quando dico mac dico MAC che si adoperava come un ipod touch sulla falsa riga dei pc tablet ed invece tanta attesa per vedere un ipod touch grosso come un mac….niente di più niente di meno.

  34. Sono rimasto deluso. Io ho un tablet hp. Scrivo i miei appunti direttamente con il pennino… appunti matematici, statistici… un gioco da ragazzi. Speravo che anche l’ipad avesse questa potenzialità…
    Così mi è inutile.

  35. come si fa per stampare wireless da iPad con stampante hp 100 envy all in one? Ha provato anche un tecnico di computer ma con esito negativo.Sapete dare un consiglio?Grazie

Cosa ne pensi?