Foxconn non paga più le famiglie dei suicidi

I dirigenti di Foxconn hanno fatto affiggere un enorme banner nella città fabbrica cinese: “L’atto è sbagliato. La vita è preziosa“. Un banner che dovrebbe ricordare che uccidersi non è mai la soluzione al problema. La società, inoltre, ha fermato i pagamenti rivolti alle famiglie delle persone suicide. Pagamento di circa 100.000 yuan, circa 12.250 €, pari a qualche anno di stipendio.

L’obiettino non è punire le famiglie, ma evitare i suicidi da parte di quelle persone che si immolano per regalare un po’ di agio ai propri familiari. Foxconn ha anche aumentato gli stipendi di circa il 30% e promesso migliori condizioni di lavoro.

[via Reuters]

Cosa ne pensi?