Steve Jobs e il momento in cui capì che i dipendenti erano fondamentali

sassiApple è tra le società che ha compreso meglio il fattore dipendenti. Mentre per alcuni sono solo strumenti da sfruttare perchè pagati, per Apple i dipendenti sono fondamentali per il successo, perchè attraverso le loro idee permettono di generare pensieri sempre più ricchi e completi.

Steve Jobs capì questo concetto da giovane. Un giorno un suo vicino di casa, infatti, lo invitò nel suo garage mostrandogli un macchinario formato da un rullo in metallo collegato a una cinghia. La cinghia era collegato a un motore e assomigliava a una sorta di lavatrice.

Il suo vicino lo invitò a fare una passeggiata. Durante la passeggiata gli chiese di raccogliere delle pietre per strada. Erano pietre rozze, comuni, prive di valore. Successivamente lo invitò ad inserirle nel macchinario e lo azionò.

In pochi istanti il rullo iniziò a girare a velocità sempre più sostenuta generando un gran baccano. Il vicino lo invitò a venire qualche ora dopo. Dopo qualche ora aprì lo sportello estraendone dei sassi ben levigati. Erano le pietre inserite precedentemente che scontrandosi tra di loro si erano levigate diventando belle lisce.

L’insegnamento che Steve Jobs trasse da questo episodio è la sinergia generata dall’unione di più persone. Una sola persona da sola rimane una pietra grezza, ma unita con altre può migliorare fino a diventare come un sasso. E’ questa la potenza dei dipendenti migliori uniti per una causa comune.

5 Comments

  1. Se non sbaglio è anche un aneddoto inserito nella biografia di Steve Jobs.
    Comunque Kiro grazie per questi articoli: personalmente mi fa sempre piacere leggere aneddoti come questo!

Cosa ne pensi?