Apple brevetta l’antenna invisibile da usare con materiali a scarsa conducibilità

brevetto antenna invisibile

Quando fu presentato l’iPod touch a differenza dell’iPhone, che aveva il retro tutto cromato in alluminio, il player mostrava una sorta di bottone in plastica ad altezza delle antenne. La trovata, probabilmente poco attraente, serviva a non isolare le antenne che avrebbero sofferto di problemi di ricezione del segnale.

Quella di inserire un materiale diverso ad altezza delle antenne è sempre stato un vincolo per Apple, come possiamo notare osservando anche gli iPad in versione 3G/4G. Con gli iPhone il problema si è risolto portando l’antenna verso l’esterno e integrandola nella cornice. In futuro, però, il problema potrebbe essere risolto alla fonte.

Apple, infatti, ha brevettato un sistema che permette di costruire un’antenna integrata nella sezione poco conoscibile. Grazie anche ai fori molto ravvicinati tra di loro, la società può integrare l’antenna che corre lungo tutta la sezione scoperta del dispositivo. La cosa interessante è che tutto il sistema è invisibile all’occhio umano, poiché i fori sono grandi pochi micron.

Questa invenzione potrebbe aprire all’utilizzo di materiali diversi, come il Liquid Metal.

[via appleinsider]