Va all’asta il curriculum vitae di Steve Jobs (aggiornato)

Steve Jobs curriculum

Quanti curriculum vitae avete inviato nella vostra vita? Forse centinaia, soprattutto se vivete in Italia. Probabilmente se in futuro diverrete famosi, questi non varranno granchè, perchè esistono molte copie. Steve Jobs, invece, ne inviò pochi.

La situazione economica della California degli anni ’70 era molto più favorevole alle assunzioni. Dal 1976 in poi, anno di fondazione di Apple, Jobs non ebbe più la necessità di compilare un singolo curriculum. Uno di questi rari fogli andrà all’asta.

Il foglio è datato 1973 e si nota la compilazione di un modulo che precedentemente fu battuto a macchina da qualcuno. Negli spazi vuoti Jobs scrisse le sue informazioni. Si legge della frequentazione del “reed college” (scritto in minuscolo), che tra l’altro non completò mai.

Si legge che non aveva numero di telefono, ma aveva la patente. Anche se sotto la voce “accesso ai trasporti” scrisse “Possibile, ma non probabile”. Scrisse che sapeva usare il computer e la calcolatrice. Che amava il design e la tecnologia, oltre all’elettronica.

Il raro foglio andrà all’asta tra l’8 e il 15 marzo nel sito di RR Auction, insieme ad un manuale di OS X del 2011 e un articolo riguardante il primo iPhone. Entrambi autografati da Steve Jobs. Per il curriculum ci si aspetta di raccogliere 50.000 $, mentre 15.000 $ sono attesi per gli altri due oggetti.

Qualche giorno fa è iniziata l’asta per un assegno firmato da Jobs in favore di Tina Redse, sua ex fidanzata.

Aggiornamento: l’asta ha superato ogni rosea aspettativa. Si è chiusa per ben 174.000 $. La somma è stata pagata da un imprenditore inglese.

Cosa ne pensi?