Cellebrite assicura di poter bucare iOS 11 e gli iPhone X

Cellebrite

Vi ricordate di Cellebrite? Questa società israeliana, comprata poi dal governo indiano, si occupa di entrare nei dispositivi elettronici. Il loro scopo è recuperare il maggior numero di informazioni cifrate scardinando le protezioni di smartphone e tablet.

Fu utilizzata dall’FBI per entrare nell’iPhone di San Bernardino, quello di un attentatore, per cercare di comprendere quali fossero stati gli ultimi spostamenti e leggere le ultime comunicazioni.

A tal proposito Cellebrite ha dichiarato di aver affinato le sue doti di sblocco, tanto da poter entrare tranquillamente negli iPhone che vanno da quelli con iOS 5 fino ad iOS 11. Secondo un report il Dipartimento della Sicurezza Interna americano usò proprio Cellebrite per bucare un iPhone X nel novembre del 2017.

La società ha pubblicato anche un documento dove spiega la sua offerta. Assicura di poter entrare in qualsiasi smartphone in commercio, anche con quelli di altre marche come Samsung, Google, Huawei e così via.

Ovviamente non sappiamo quali siano i metodi dell’azienda. Se utilizzino sistemi software o hardware. Sta di fatto che queste dichiarazioni confermano la presenza di bug non ancora risolti dalla società.

Cosa ne pensi?